Kering premiata per la forte presenza di donne nel board

Kering ha ricevuto il premio The Most feminine board of directors award, dalla European women on boards (Ewob) ed Ethics & Boards.

Il premio è stato consegnato il 28 novembre al colosso del lusso francese fondato nel 1963. "Kering, che ha fatto dell'uguaglianza di genere una priorità aziendale, è orgoglioso di ricevere questo premio che illustra un impegno di lunga data", si legge in una nota.

La classifica comparativa ha analizzato le 200 maggiori società di Stoxx Europe 600, attraverso tre criteri principali: la percentuale di donne a bordo; la presenza di una donna che ricopra il ruolo di presidente del consiglio di amministrazione; la presenza di donne che ricoprono l'incarico di amministratore delegato o presidente del comitato esecutivo.

Dal lancio del suo programma Leadership and Diversity nel 2010, uno degli obiettivi principali di Kering, prosegue la nota, è di aumentare l'accesso delle donne alle posizioni di leadership e garantire pari opportunità di carriera in tutto il mondo.

L'obiettivo del gruppo è di raggiungere la parità di genere e l'uguaglianza di genere a tutti i livelli entro il 2025. Oggi le donne rappresentano il 56 per cento dei dirigenti del gruppo, il 33 per cento del comitato esecutivo e il 64 per cento del consiglio di amministrazione, facendo di Kering una delle aziende con maggiore presenza tra quelle del Cac40.

Al gruppo fanno capo i marchi Gucci, Saint Laurent, Bottega Veneta, Balenciaga, Alexander McQueen, Brioni, Boucheron, Pomellato, Dodo, Qeelin, Ulysse Nardin, Girard-Perregaux e Kering Eyewear.

Foto. Gucci
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO