La maison Pignatelli dalla fondazione a oggi

Si è svolta a Milano, ad aprile, durante Sì SposaItalia, e ospitata all'interno di FieramilanoCity, la mostra per festeggiare i 50 anni della maison Pignatelli.

L'esibizione, dal titolo “Storia di un sogno”, si componeva di elementi fotografici, visivi e alcuni capi rappresentativi.

Un traguardo importante per l’azienda che è stata fondata a Torino nel 1968. “Questa mostra, oltre a celebrare il lavoro fatto in questi primi cinquant'anni, è l'incarnazione del mio pensiero” ha raccontato Carlo Pignatelli. “Pur evocando tutti i successi raggiunti, non è solo una retrospettiva oppure un racconto evolutivo, ma traccia la mia visione futura per il brand”.

Il marchio, come racconta FashionUnited in questa timeline che ripercorre passo dopo passo le tappe più salienti del lavoro di Pignatelli, ha saputo adeguarsi ai cambiamenti di costume nel corso di mezzo secolo e ha appena sfilato a Barcellona in occasione della Barcelona Bridal Week.

Molte le apparizioni cinematografiche degli abiti dello stilista: da Ugo Tognazzi nel 1983 nel film “Amici miei atto terzo”, a Jerry Calà nel fil “Yuppies” nel 1986, senza più cambiare, fino a Marcello Mastroianni nel film “A che punto è la notte” del 1994.