• Home
  • News
  • Moda
  • La sfilata di International talent support si svolge il 17 luglio a Trieste

Moda

La sfilata di International talent support si svolge il 17 luglio a Trieste

Scritto da Isabella Naef
4 feb 2020

La sfilata finale di Its 2020 è in agenda il 17 luglio, a Trieste, negli spazi del Magazzino 42.

La nuova edizione del contest internazionale che da due decenni scova nuovi talenti della moda, quest'anno fa suo il concetto di responsible creativity, espressione di una esplicita presa di coscienza, un passaggio culturale consapevole e necessario in tutti gli aspetti della vita quotidiana e a maggior ragione nelle diverse espressioni della creatività, spiega il management del contest in una nota. Anche per quest'anno l'evento ha il supporto di Camera nazionale della moda italiana e di Pitti Immagine.

Le iscrizioni a Its rimarranno aperte fino al 15 marzo, mentre i finalisti saranno comunicati ai primi di maggio

"Supportare i giovani talenti, insieme a sostenibilità, digitalizzazione e narrazione, rappresenta uno dei pilastri della strategia di Camera nazionale della moda Italiana. E’ quindi per noi naturale sostenere il grande lavoro che Barbara (Barbara Franchin, fondatrice di Its, ndr) sta portando avanti da tempo con coraggio, energia e lungimiranza. Siamo molto orgogliosi di poter nuovamente supportare Its in maniera concreta, con un premio", ha affermato Carlo Capasa, presidente Cnmi.

“Per i giovani designer di Its metteremo a disposizione l’esperienza di Pitti Immagine, e il nostro know-how nella promozione globale dell’industria della moda e del lifestyle, offrendo un programma di mentorship di 6 mesi a cura della nostra direzione tutoring and consulting, e la possibilità di partecipare a una delle nostre manifestazioni di riferimento: l’edizione di Pitti Uomo di gennaio 2021 a Firenze o l’edizione del salone donna Super di febbraio 2021 a Milano", ha sottolineato Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine.

Le iscrizioni rimarranno aperte fino al 15 marzo, mentre i finalisti saranno comunicati ai primi di maggio.

Per l'inaugurazione di Its Arcademy, invece, ci vorrà ancora un anno. Its Arcademy nasce dall’esperienza internazionale di Barbara Franchin e del team di Eve: 19 anni di ricerca capillare, che hanno portato a Trieste i talenti emergenti nel campo del fashion design e del design di accessori e gioielli. Il termine Arcademy sintetizza e fonde i concetti di archivio, arca e accademia. Its Arcademy sarà uno spazio vivo e dinamico, dove gli ex finalisti, i giurati e il resto del network internazionale di Its avranno un ruolo attivo. Uno spazio di confronto ed evoluzione per innovatori, esponenti del fashion business, accademici e creativi visionari, che potranno ragionare sul futuro del design e contribuire a realizzarlo.

L’Its Creative Archive, che è parte del progetto, è un archivio che raccoglie 18.000 portfolio, oltre 240 abiti, 125 accessori, 86 gioielli e più di 700 fotografie.

Un peculiare archivio del futuro, visitato negli anni da istituzioni come Victoria&Albert Museum, il Met, il museo Galliera di Parigi e il museo del Fit di New York,

Il nuovo spazio della creatività sarà inaugurato in occasione della ventesima edizione di Its, a luglio 2021.

"Un luogo che sarà reso vivo e attivo dalla famiglia allargata che Its ha creato in questi anni: finalisti, insegnanti, studenti, creativi ed addetti ai lavori. Ma sarà anche e soprattutto una casa aperta alla sua città e al suo territorio, a chiunque necessiti di esprimere e liberare la propria creatività", si legge nella nota.

Il racconto di questo lungo viaggio, che abbraccia due decenni, proseguirà con un docu-film già in fase di produzione, con un libro che racconterà questa storia fatta di tante storie e con una mostra che inaugurerà la dimensione espositiva dell’Arcademy.

“Here we belong” è il claim dell'edizione 2020. Si tratta di un’affermazione delle proprie origini, senza logiche di possesso ed esclusione. "Non è il luogo che ci appartiene: siamo noi che apparteniamo al luogo. Perché quello a cui ci riferiamo non è necessariamente un luogo fisico, ma piuttosto ‘un modo’: un modo comune di sentire e di porsi verso la vita, un modo che ci sostiene e ci ancora, come le radici di un albero", hanno spiegato gli organizzatori.

“Apparteniamo, dunque siamo: vivi, attivi, produttivi. Capaci di creare responsabilmente, di crescere sostenibilmente. Oggi il mondo creativo, che trova in Its la propria famiglia e la propria ‘casa spirituale’, deve affrontare insieme al resto del mondo il grande tema della responsabilità verso l’ambiente e la società. Saprà farlo senza perdere grinta e originalità? Creatività responsabile è anche responsabilità creativa", ha spiegato Barbara Franchin, fondatrice e director di Its.

Trieste e insieme il mondo sono la nostra casa, Its è la nostra grande famiglia creativa che, oggi più che mai, vuole contribuire a questo dialogo, con una prospettiva quasi preveggente del futuro che solo una comunità come questa sa avere”, ha aggiunto Franchin.

“We belong: apparteniamo alle esperienze che ci hanno reso quello che siamo, ai luoghi che hanno toccato la nostra immaginazione, alle persone che ci hanno cambiato in ogni modo.Siamo la somma di tutto quello che c’è intorno a noi. Ecco perché un progetto visionario come Its è fondamentale. Perché crea l’opportunità, il momento, e il luogo, e guida il mondo della creatività verso il futuro. ITS è il luogo per voi. You belong here”, ha detto Renzo Rosso, presidente Otb, holding che è da anni sponsor della manifestazione.

L'edizione del luglio 2019 di International talent support è stata vinta dal cinese Daoyuan Ding.

Foto: Its, dall'ufficio stampa