Le italiane spendono il 15 percento in più per le scarpe

Il mobile si conferma il canale d’acquisto principale per le scarpe, raggiungendo il 70 percento del traffico; nel 2016 sono due i must-have delle calzature comprati dagli italiani: le sneakers, al primo posto nelle scelte dei clienti Privalia sia per lei, sia per lui, e poi, per le signore, gli stivaletti. Questi alcuni dati sulle calzature diffusi da Vente-privee e Privalia, a ridosso dell'apertura di The Micam, il salone della calzatura, in scena a Fiera Milano Rho, dal 12 al 15 febbraio.

Resta saldo al 27 percento il numero delle italiane che invece non può fare a meno di tacchi altissimi. Il 73 percento preferisce però non superare i 5 centimetri. Parlando di stiletto, le italiane che acquistano su vente-privee, assieme alle “cugine” spagnole, sono quelle che in Europa osano di più in termini di colori.

Stando ai dati, inoltre, in Italia si spende di più. Le donne italiane sborsano il 15 percennto in più rispetto alla media europea per acquistare calzature.

Roma e Milano sono le capitali italiane della calzatura, seguite da Torino che chiude il podio. A livello regionale, la situazione vede la top five così ordinata: primo posto per Lombardia, seguita da Lazio, Piemonte, Veneto e Sicilia.

Infine, dai dati risulta che gli uomini acquistano sempre di più calzature online, toccando ormai il 50 percento degli acquisti tramite mobile, alla pari del mobile shopping delle donne, come da dati vente-privee.

Foto: Privalia press office

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO