• Home
  • News
  • Moda
  • Mfw: per Armani ritorno alle origini

Mfw: per Armani ritorno alle origini

Scritto da FashionUnited

22 giu 2021

Moda

Foto: per gentile concessione di Giorgio Armani, Giorgio Armani e modelli, credit Sgp. Giorgio Armani, ss 2022

Ha sfilato ieri, in via Borgonuovo, la collezione uomo di Giorgio Armani per la primavera estate 2022. Armani è stato uno dei tre marchi che ha sfilato in presenza in questa edizione di Milano moda uomo, che si conclude oggi. Le altre due etichette che hanno riportato il pubblico in passerella sono state Etro e Dolce & Gabbana.

Armani ha scelto la sede di Borgonuovo, perché è "il luogo dove tutto è iniziato". "Giorgio Armani torna a esplorare l’idea dell’abito che libera invece di costringere, della leggerezza di pensiero invece della sventatezza, del classico come segno di progresso. Lo fa osservando il tempo in cui viviamo, il senso condiviso del vestire che si allontana sempre più dalla formalità e abbraccia con decisione lo sportswear", spiega, in una nota, la griffe.

Lo stilista ha chiuso la sfilata uscendo accompagnato dal suo storico collaboratore: Leo dell'Orco

Il brand, "però non rinuncia mai, pur raggiungendo l’apice della nonchalance, pur nel gesto liberatorio delle gambe scoperte dai bermuda, al senso di appropriatezza, che è poi un’idea di dignità, di sdegno d’ogni eccesso", prosegue la nota.

E' così che il completo si rinnova nelle forme proponendo l’idea del sopra e sotto coordinati: una camicia da sera con il collo a listino o la giacca tagliata come il giubbotto di denim abbinata ai pantaloni con le pince realizzati nella stessa lana gessata, oppure la giacca-gilet con i bermuda.

La collezione vede predominare materie senza peso, forme che accompagnano fluidamente il corpo. I colori sono quelli del blu, delle tonalità sabbia e del bianco gesso, del rosso e verde che richiamano il mondo della natura.

Ieri lo stilista, a margine della sfilata, ha confermato le voci che circolavano a proposito di un suo ricovero in ospedale, nelle scorse settimane. "Circolano le voci che sono stato ricoverato in ospedale. Ebbene, sì è vero e per 15 giorni. Più quelli fatti a casa. Perché ho avuto un incidente e sono stato operato", ha detto lo stilista piacentino, aggiungendo di essere caduto di faccia mentre scendeva le scale, rompendosi l'omero in più punti.

Lo stilista ha chiuso il defilé con un uscita accompagnato, per mano, dal suo storico assistente, Leo dell’Orco. "Era giusto uscire con Leo che da cosi tanti anni mi aiuta sulle collezioni maschili, è il mio collaboratore ed è molto bravo così come mia nipote Silvana sulla donna. Ecco, sto preparando il mio futuro con le persone che ho in carico adesso", ha sottolineato Armani.