• Home
  • News
  • Moda
  • Milan fashion week al via con 42 sfilate in presenza

Milan fashion week al via con 42 sfilate in presenza

Scritto da Isabella Naef

8 set 2021

Moda

Camera della moda press office

Al via il 22 settembre con le sfilate, tra gli altri, di Marco Rambaldi, Fendi, Alberta Ferretti, N. 21, Jil Sander e Roberto Cavalli, la Milan fashion week, che presenterà le collezioni per la primavera estate 22. In programma dal 21 al 27 settembre 2021, la Milano fashion week women’s collection, hanno spiegato ieri, durante una conferenza stampa, i vertici di Camera della moda, segna il ritorno agli eventi fisici con un calendario di 65 sfilate (di cui 2 doppie), 42 in presenza e 23 digitali. Sono 75 le presentazioni (56 in presenza e 19 digitali) e 33 eventi (29 in presenza e 4 digitali) per un totale di 173 appuntamenti in calendario (125 in presenza e 46 digitali). Tra le principali novità, il ritorno in calendario del marchio Roberto Cavalli sotto la direzione creativa di Fausto Puglisi e dei brand Moncler e Boss. Debutteranno invece per la prima volta con una sfilata Mm6 Maison Margiela, Luisa Spagnoli, Hui, Vitelli, Joy Meribe e Maison Alvine Demanou.

Sono 65 le sfilate di cui 42 in presenza e 23 digitali

Presenti per la prima volta nel calendario presentazioni i brand Colville, Cormio, Quira, Andreadamo, Defaince by Nicola Bacchilega, Roberto Di Stefano, Aniye By, Iuri, Traffico, Radica Studio, Airin Tribal e Atxv. Supportate dal Camera Moda fashion trust la sfilata di Vitelli e le presentazioni dei brand Andreadamo e Alessandro Vigilante.

In calendario anche eventi come la mostra per il 40esimo anniversario dalla nascita del brand Emporio Armani, l’evento per il 20esimo anniversario della collezione Nudo di Pomellato, la celebrazione dei 50 anni di carriera di Chiara Boni e l’anniversario per i 60 anni del brand Marcolin.

“Questa edizione della Milano fashion week, realizzata in collaborazione con Confartigianato Imprese e con il supporto del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale e di Ice-Agenzia, marca il ritorno all’organizzazione di eventi fisici che si svolgeranno nel rispetto di tutte le norme vigenti anti Covid-19”, hanno specificato, ieri, gli organzzatori. Camera moda, inoltre, riprenderà il proprio consueto evento istituzionale, che assumerà la nuova denominazione di “Cnmi Sustainable fashion awards”, nel 2022 sempre sulla base del medesimo concept, per continuare a premiare quanti si saranno distinti nell’applicazione di principi della sostenibilità nell’industria della moda. Giunto alla sua terza edizione, il progetto “Black Lives Matter in Italian Fashion” frutto della collaborazione tra Cnmi e Black lives matter in Italian fashion collective offrirà a 5 nuovi talenti Bipoc, Black indigenous people of color, la possibilità di presentare le proprie collezioni all’interno di un fashion show digitale che aprirà la Milano Fashion Week.

Con l’obiettivo di supportare i giovani talenti, l’inclusione e la diversità nel mondo della moda, lo scorso luglio Camera Nazionale della Moda Italiana ha annunciato il progetto “Fashion Bridges - I Ponti della Moda” realizzato insieme all’Ambasciata d’Italia in Pretoria, Sud Africa, e Polimoda, con il supporto di Ice Agenzia, con il coinvolgimento della South African Fashion Week, la partecipazione del Centro di Firenze per la moda italiana e il Nelson Mandela Forum Firenze. Quattro ex studenti del Polimoda (Domenico Orefice, Ilaria Bellomo, Julian Cerro e Alessia Dovero) hanno lavorato in coppia con quattro giovani designer della South African Fashion Week (Jacques Bam, Fikile Zamagcino Sokhulu, Sipho Mbuto e Michael Peter Reid) e presenteranno al Fashion Hub le loro capsule collection come risultato del lavoro svolto durante il percorso di mentoring di questi mesi studiato per loro da Polimoda, con il supporto di Cnmi. Milano sarà la prima tappa di una collaborazione che continuerà anche in Sud Africa a fine ottobre in occasione della fashion week di Johannesburg.

I progetti “Black Lives Matter in Italian Fashion” e “Fashion Bridges - I Ponti della Moda” saranno ospitati all’interno del fashion hub, l’headquarter dell’associazione durante la settimana della moda, aperto al pubblico dal 21 al 27 settembre dalle ore 9:30 alle 19:00 presso il Museo della Permanente in Via Filippo Turati 34.

Il fashion hub ospiterà anche altri due progetti. Il primo è la quarta edizione di “Designers for the Planet”, un’iniziativa che si colloca nel programma di Cnmi mirato alla valorizzazione della sostenibilità all’interno della filiera della moda e che promuove il talento di tre brand emergenti (Tiziano Guardini, Gilberto Calzolari e Re-generations) impegnati nello sviluppo di collezioni eco-conscious.

“Budapest Select”, sempre all’interno del fashion hub, è il progetto alla sua sesta edizione realizzato in collaborazione con l’Hungarian Fashion & Design Agency. Quattro brand ungheresi (Alma, Kata Szegedi, Nini e Zia budapest), nell’ambito del programma di mentoring di Cnmi e dell’Hungarian Fashion & design agency, che vede coinvolti esperti del settore, esporranno le loro creazioni al Fashion Hub. È inoltre previsto il 24 settembre alle ore 13:00, il Budapest Select ss 22 special show, una sfilata collettiva, che vedrà la partecipazione di: Abodi, Cukovy, Elysian e Kata Szegedi.