Milano moda uomo al via oggi

Al via fra una manciata di ore Milano moda uomo. Oggi sono in calendario le sfilate di Lucio Vanotti, Ermenegildo Zegna e Alberta Ferretti che presenterà con una doppia sfilata-evento la nuova spring collection e la collezione Alberta Ferretti Limited edition.

Domani, tra gli altri, sfileranno Brunello Cucinelli, Marni, Canali e Versace

Domani, tra gli altri, toccherà a Giuseppe Zanotti, Brunello Cucinelli, Marni, Canali e Versace.

La fashion week dedicata alle collezioni primavera estate 2019, è in programma da oggi al 18 giugno e prevede 28 sfilate, 28 presentazioni, 8 presentazioni su appuntamento e 20 eventi in calendario, per un totale di 64 collezioni.

"Rispondendo alla continua evoluzione del mercato e delle fashion week, il calendario di Milano moda uomo vede per la prima volta, insieme alle collezioni maschili, anche le collezioni donna spring, tra cui quella di Alberta Ferretti, quella di Aalto, brand finlandese nato nel 2014 dal genio creativo di Tuomas Merikoski per la prima volta sulle passerelle meneghine, e quella di Stella McCartney che, dopo 4 anni, ritorna a Milano, questa volta nel calendario ufficiale della fashion week per presentare oltre la collezione Donna Spring 2019, anche la collezione uomo primavera estate 2019", ha spiegato Camera della moda in una nota.

La kermesse si apre ufficialmente oggi pomeriggio alle 4 con la Quarta edizione di Milano moda graduate, progetto di Cnmi dedicato ai giovani studenti delle scuole di moda italiane, che sfileranno nella nuova sala sArea 56, in via Savona 56.

Queste le collezioni co-ed della kermesse: Daks, Dsquared2, Frankie Morello, Hunting World, Isabel Benenato, M1992, Marcelo Burlon County of Milan, Neil Barrett, Palm Angels, Sartorial Monk, Sunnei e Vìen.

“Milano Moda Uomo presenta quattro giorni pieni di appuntamenti che per l’economia di Milano sono il simbolo stesso dell’immagine della nostra città. Le case di moda e gli stilisti sono agli ambasciatori nel mondo del nostro stile di vita, della nostra cultura capaci di coniugare ricerca, gusto e innovazione”, ha spiegato l’assessore alle Politiche per il lavoro, attività produttive, moda e design Cristina Tajani.

“Il calendario di questa edizione risponde alle sfide che ci pone la dimensione globalizzata e fluida della moda. La presenza delle collezioni donna in calendario è un segnale della centralità di Milano nel panorama delle fashion week, sia come spazio di espressione della creatività, sia come fulcro del business. I dati del settore, che vedono il 2017 chiudersi con un fatturato di 87.252 milioni di euro, con una crescita del + 3 percento rispetto all’anno precedente, confermano la vivacità dell’intero sistema. Anche la moda maschile ha registrato una crescita del 2,4 percento, con un trend positivo delle esportazioni”, ha commentato Carlo Capasa, presidente di Camera nazionale della moda italiana.

Foto: Carlo Capasa, credit Camera della moda press office