MMD: Cividini si ispira a Gauguin

La collezione primavera estate 2018 di Cividini si ispira a Gauguin, alle opere che l'artista realizzò durante il suo periodo Thaitiano, raffiguranti le Vahine, così si chiamano le donne di Thaiti, e i loro parei a fiori.

Un’immagine forte, essenziale che ha ispirato i colori e caratterizzato le stampe e le decorazioni della collezione. I fiori di Gauguin che possono sembrare naif per la loro semplicità di forme hanno ispirato al marchio non una semplice replica bensì una ulteriore stilizzazione.

Ecco allora le forme floreali riempite di colori piatti sparse su fondi tinta unita quasi fossero realizzati con dei collage di carte colorate. Gli intarsi piazzati che riproducono fiori e foglie decorano maglie, abiti e cardigan.

MMD: Cividini si ispira a Gauguin

In forme stilizzate, il decoro floreale prende volume e corpo in contrapposizione alle stampe piatte, con fiori di maglia che cospargono le superfici di abiti e maglie quasi a formare il manto di un giardino incantato. Anche i ricami realizzati con un connubio di modernità e tradizione; petali di taffeta di poliestere tagliati al laser e applicazione a mano, propongono una ulteriore interpretazione del decoro floreale reinterpretandolo.

Per finire sotto ogni capo, costante delle collezioni Cividini, la camicia bianca che ora viene proposta in pizzo floreale. I fiori intarsiati sono sparsi anche sulle shopping di maglia in punto Milano di cotone crêpe.

MMD: Cividini si ispira a Gauguin La stagione internazionale della moda ready to wear per la donna avrà inzio nel mese di settembre, con tutti gli occhi puntati su New York, Parigi, Londra e Milano per gli ultimi trend della stagione. Per tutte le sfilate della donna da non perdere, clicca qui.
Foto: Cividini press office
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO