MMD: la donna cigno di Kristina Ti

E' la "donna cigno" la musa ispiratrice della collezione autunno inverno 2017-18 di Kristina T', marchio fondato dalla stilista torinese Cristina Tardito. La nuova collezione è stata presentata ieri, primo giorno di Milano moda donna, a Milano, a Palazzo Bovara.

Capace di tirare fuori il massimo della sua femminilità e di giocare con i capi del suo guardaroba, la donna che veste i capi dell'etichetta, si spinge oltre se stessa, ha obiettivi sempre più lontani che la animano. Un cigno in technicolor, è più contemporanea, meno naïf. Femminile e provocatoria.

Kristina Ti sta mettendo a punto una strategia di internazionalizzazione

Sui tessuti sono stampati stormi di cigni che volano in coro e micro fiori su velluto devoré. Non mancano fantasie con motivi floreali su crêpe de chine. I passepartout di collezione sono immancabili: dolcevita, serafino, tute in costina di jersey. Le camicie over spuntano da micro gonne di lana ricamata traforata, ma si usano anche semplicemente come abiti. Le gonne longuette in tessuti pesanti di lana si possono indossare con camicie chiuse o aperte.

Per la sera la stilista ha pensato a effetti lurex, glitter multicolor a pois su camicie dal taglio maschile, da colori accesi come fragola e menta abbinati a toni corvini. Ai piedi zoccoli chiusi o aperti oppure stivali in cavallino o vinilico.

Il marchio ha esordito a Milano nel 2000, durante la settimana della moda donna. La parte di collezione beachwear assorbe il 20 percento del fatturato, gli abiti arrivano al 30 percento in estate e al 24 percento in inverno. Le boutique monomarca sono al momento cinque: Torino, Milano, Porto Cervo, Forte dei Marmi e Roma, inaugurata a metà novembre e ospitano le collezioni nel total look.

Il brand fattura 7 milioni di euro. Il primo mercato è il Giappone, che assorbe il 18 percento delle vendite. Negli obiettivi del marchio, che sta mettendo a punto una strategia di espansione internazionale, ci sono, al momento, gli Stati Uniti.

Foto: Kristina Ti press office

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO