• Home
  • News
  • Moda
  • Nuove etichette durante la Paris Fashion week; confermata la settimana della moda di Ny

Nuove etichette durante la Paris Fashion week; confermata la settimana della moda di Ny

Scritto da Isabella Naef

1 set 2020

Moda

Oggi è il primo settembre, un mese che si rivelerà importantissimo per la moda, per l'occupazione e per l'industria. Al via tra qualche giorno, infatti, tutte le più importanti fashion week. Mentre Milano si prepara a una settimana della moda in parte fisica e in parte digital, la fashion week parigina, in agenda dal 28 settembre al 2 ottobre (subito dopo le sfilate milanesi che andranno in scena dal 22 al 28 settembre), si appresta a proporre una serie di nuove etichette. Alcune di queste presenteranno la collezione per la primavera estate 2021 in forma tradizionale, pur garantendo il distanziamento sociale e il rispetto di tutte le misure di sicurezza per evitare l'ulteriore diffondersi della pandemia da Covid-19.

Il brand Ami presenterà uno show fisico co-ed durante la settimana della moda parigina

Il brand Ami, per esempio, partirà con uno show fisico co-ed. Il marchio presenterà le sue creazioni durante il calendario della moda donna, dopo anni di presentazione nell'ambito della settimana della moda maschile. "La passerella è un'esperienza dinamica e coinvolgente, che condividiamo con i nostri partner, i clienti e il pubblico attraverso l'anticipazione, le emozioni grezze e l'interazione", ha osservato Alexandre Mattiussi, fondatore e designer della griffe.

Complessivamente la Fédération de la Haute couture et de la mode, l'organo di governo della moda francese, ha annunciato i nomi di 10 nuove etichette che si aggiungeranno al calendario di maison che sfilano da tempo durante la kermesse. Per la prima volta in questa stagione saranno presenti le etichette francesi Ami, Ester Manas, Mossi e Vejas; le etichette americane Enfants Riches Deprimés, Gabriela Hearst e S.R Studio La.Ca; l'etichetta britannica Wales Bonner; la danese Cecilie Bahnsen e la georgiana Situationist.

.

Il calendario ufficiale completo sarà online alla fine di questa settimana .

Insomma, per vedere se i conti questa volta torneranno, visto che siamo al secondo giro di video e presentazioni digitali, e al primo di sfilate che intendono tornare alla "quasi" normalità, bisognerà aspettare i primi di ottobre. Sta di fatto che l'industria della moda deve poter ripartire in sicurezza ma deve ripartire, sul piatto c'è la salvezza di milioni di aziende e dei loro dipendenti in Europa, in Usa e in Oriente.

La settimana scorsa il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha dato il via libera alla settimana della moda di New York ma in "stretta osservanza" delle linee guida dello stato americano in materia di salute e sicurezza. Ciò significa che gli eventi all'aperto sono stati limitati a 50 persone e gli eventi al coperto sono stati limitati al 50 per cento della capacità senza spettatori. L'evento si svolgerà dal 13 al 16 settembre e protagonista sarà il digitale con la piattaforma Runway360. Presenti con le loro collezioni, tra gli altri, Alabama Chanin, Anna Sui, Badgley Mischka, Bibhu Mohapatra, Carolina Herrera, Chromat, Eckhaus Latta, Jonathan Simkhai, Marchesa e Marchesa Notte, Nicole Miller, Veronica Beard. Tra i nomi nuovi: Aknvas, Anne Klein, Colleen Allen, Dur Doux, Duncan, Frère, Imitation of Christ, Wiederhoeft e Wolk Morai.

Foto: Fhcm.paris website