Prada ritira gli accessori a forma di scimmia dopo le accuse di razzismo

Prada darà vita a un Consiglio consultivo per gestire i temi legati a diversità e inclusione. dopo che, nel week end, ha dovuto ritirare dalla vendita degli accessori, tacciati di razzismo.

La maison, su Twitter, ha chiesto scusa e si è detta molto dispiaciuta per gli accessori della collezione che sono stati oggetto delle accuse.

Al centro della questione un accessorio a forma di scimmia (battezzato dalla griffe con il nome di Otto). La scimmietta fa parte della collezione Pradamalia che comprende animaletti immaginari venduti come giochini, accessori e stampati su portafogli, magliette e borsette.

Le critiche sono iniziate venerdì scorso quando Chinyere Ezie, avvocato dell’organizzazione no-profit Center for Constitutional rights, ha visto la scimmia Otto in vetrina nel negozio Prada di Soho, a New York, l'ha fotografata e ha condiviso le immagini su Facebook, definendo la scimmia un esempio moderno di razzismo, poiché, secondo lei, ricordavano la tradizione del blackface, cioè l’abitudine dei bianchi di dipingersi la faccia di nero per deridere gli afroamericani.

Immediata la replica della griffe che ha sottolineato che si tratta di "figure immaginarie senza alcun riferimento con il mondo reale, soprattutto con il blackface".

La società ha aggiunto che avrebbe ritirato tutti i personaggi in questione dalla circolazione e dai materiali espositivi.

Foto: cattura di schermata di Twitter
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO