• Home
  • News
  • Moda
  • Renzo Rosso (Otb) ai giovani talenti: create qualcosa di accattivante

Renzo Rosso (Otb) ai giovani talenti: create qualcosa di accattivante

Scritto da Isabella Naef

26 ott 2020

Moda

Dal 2011, anno del lancio della campagna Diesel "Be Stupid", è passato molto tempo ma, oggi, nonostante la pandemia de Covid-19, Renzo Rosso, che con la sua Otb (cui fanno capo Diesel, Maison Margiela, Viktor&Rolf, Amiri, Marni, Brave Kid e Staff International), di cui è presidente, ha appena premiato due giovani talenti nell'ambito dell'edizione 2020 di Its, continua a investire e credere nella creatività delle nuove leve.

Renzo Rosso: i giovani devono sfruttare bene i canali digitali che consentono loro di farsi notare anche in un momento in cui la diffusione del Covid-19 impedisce di mostrare le collezioni in presenza

"Mai come in questo momento nei posti più importanti delle aziende vengono messi dei giovani. Vedo che c'è molta voglia di dare spazio ai ragazzi", spiega, a FashionUnited, Renzo Rosso. Il fondatore di Diesel, che una decina di anni fa con il mantra "be stupid" esortava a correre rischi, sfidare le convenzioni, seguire la passione, agire d’istinto ed essere coraggiosi, oggi suggerisce ai giovani stilisti di spingere sulle loro caratteristiche di eccellenza, di puntare laddove sanno di essere più bravi, di sfruttare bene i canali digitali che consentono loro di farsi notare anche in un momento in cui la diffusione del Covid-19 impedisce di mostrare le collezioni in presenza.

"Create qualcosa di accattivante, raccontate i capi, la cultura a cui appartenete", sottolinea Rosso, aggiungendo che il creativo sente e comunica quello che il mondo desidera. "Ciò non significa che nelle cose semplici non si possa mettere molta creatività", osserva il fondatore di Diesel: "tagli, qualità e capacità possono emergere anche da collezioni più minimal".

Sono queste alcuni dei requisiti posseduti dai due giovani premiati venerdì scorso, il 23 ottobre, nell'ambito della finale di Its, International talent support, 2020. L'Otb award, pari a 10mila euro, che si somma all’opportunità di uno stage all’interno di uno dei marchi del gruppo veneto, è stato assegnato all'irlandese Andrew Bell. "Per la sua interpretazione ingegneristica del capo", ha detto Rosso.

Classe 1991, Bell integra l'estetica e la tradizione sartoriale con tecniche moderne, con un'attenzione estrema ai consumi e ai comportamenti quotidiani.

Il premio Diesel di quest'anno, invece, è andato l'israeliana Noa Baruch, classe 1992. "Ci è piaciuta molto la solarità, la modernità e il glamour di questo young talent", ha spiegato Renzo Rosso, "lei ha realizzato un capo in denim spettacolare".

Il Diesel Award consiste in 10mila euro e in uno stage di sei mesi presso il quartier generale di Diesel.

"Quando noi scegliamo un giovane lo facciamo cercando di capire anche in quale ufficio stile del nostro gruppo potrebbe inserirsi meglio", specifica il patron del gruppo Otb, che nel 2015 è stato insignito del titolo di “Dottore di ricerca” honoris causa in Economia aziendale, presso l’Università di Roma Tor Vergata con la seguente motivazione: "l’impegno di un imprenditore che ha cambiato il modo di intuire, immaginare, pensare, progettare, diffondere lo stile e il modo di vestire nel mondo, valorizzando il territorio in cui opera”.

Scritto da Isabella Naef

Foto: Renzo Rosso, dall'ufficio stampa Diesel