Renzo Rosso (Otb): "la ricchezza comporta una responsabilità sociale"

"Come ho imparato dal mio caro amico Dalai Lama, la ricchezza comporta una responsabilità sociale. Più grandi sono le tue risorse, più grande deve essere il tuo contributo”. Parole di Renzo Rosso, la settimana scorsa a Firenze, per la chiusura dell’anno accademico di Polimoda.

Il fondatore di Diesel e presidente della holding Otb, cui fanno capo marchi come Maison Margiela, Marni e Viktor & Rolf, ha spiegato agli studenti della scuola fiorentina quali sono stati i passaggi fondamentali della sua carriera e dove trova ispirazione quotidianamente per il suo lavoro.

Renzo Rosso: "siate creativi, siate folli, provate tutto, fate errori"

“Non sono un designer, ma so quel che voglio e soprattutto ho sempre saputo esattamente quello che avrebbe voluto il mercato. Il consumatore è quello che oggi conta davvero, quello con cui cercare un’interazione. Non credo di essere un genio, ma semplicemente ho sempre voluto creare cose che potessero piacere alle persone più interessanti. Per poter vendere devi essere il tuo primo consumatore; devi amare quello che fai, perché se credi in quello che fai potrai trasmettere la tua passione a chi farà l’acquisto", ha spiegato Rosso, che è stato intervistato da Alessandra Turra, giornalista del quotidiano Wwd.

“Sono qui per trasmettervi i miei quarant’anni di esperienza, che sono tanti perché ho iniziato giovanissimo, con la speranza che possiate trovarvi un’ispirazione per il vostro futuro", così il fondatore di Diesel ha aperto l’incontro con gli studenti di Polimoda.

"Ho sempre amato il jeans, fin dal mio primo paio quando avevo 13 anni. Da quando ho fondato Diesel nel 1978 ho girato il mondo, studiando ogni singolo tipo di jeans, alla ricerca di quello che per me sarebbe stato il migliore. Abbiamo portato il denim dall’abbigliamento per il lavoro al red carpet, fino a dentro al guardaroba di ogni singola persona al mondo”.

Il presidente di Otb è attivo anche nel campo del sociale, ha infatti dato vita alla Only The Brave Foundation, organizzazione no-profit destinata a riequilibrare le diseguaglianze sociali e contribuire allo sviluppo sostenibile delle comunità più svantaggiate in tutto il mondo.

Alla domanda su cosa avrebbe fatto dovendo avviare un business nel mondo contemporaneo, ha risposto: “Le stesse cose che ho fatto quando ero giovane: girare il mondo alla ricerca di quello che mi piace, di quello che potrebbe essere cool per le persone di tendenza. Se segui quello che ami e quello in cui credi, i risultati verranno. Non penso che oggi sia diverso, è solo diverso il modo in cui viene sviluppato e comunicato il prodotto. Oggi la pubblicità è stata sostituita dagli influencer, dai social network e dalle capsule collection. Il miglior modo per avere successo è creare un team con persone di cui ti fidi, condividere le opinioni e lavorare insieme, circondarsi dei migliori professionisti per ogni singola cosa”.

Rosso, infine, ha dato un consiglio a tutti i giovani creativi che si affacciano al mondo della moda: “la mia raccomandazione è prendere ispirazione dalla strada, fare quante più esperienze possibile: girate il mondo, perché più informazioni avrete, più aprirete la vostra mente, più incredibili potrete diventare. Siate creativi, siate folli, provate tutto, fate errori. Gli errori sono qualcosa che può insegnarvi a non sbagliare nuovamente in futuro, non potrete evolvervi senza fare degli sbagli. Ma soprattutto: siate padroni della vostra vita. È attraverso le scelte che farete che potrete diventare chi siete destinati ad essere".

Foto: Danilo Venturi e Renzo Rosso, credit Federica Fioravanti, dall'ufficio stampa Polimoda
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO