Ricerca Vente-privee: t-shirt capo basic per eccellenza

Il 78 percento delle persone definisce la t-shirt il capo basic per eccellenza: versatile e per questo immancabile nel guardaroba di ambo i sessi, viene spesso acquistato con più leggerezza rispetto ad altri capi (68 percento).

Questo quanto emerge da una ricerca condotto da Vente-privee in occasione dei 105 anni della t-shirt.

Il 57 percento dei soci del colosso delle vendite evento, inoltre, possiede almeno una decina di magliette nel proprio guardaroba e tra queste, almeno tre sono rigorosamente total white.

La t-shirt bianca rappresenta, infatti, un’intramontabile scelta di stile, come conferma anche l’82 percento dei clienti Vente-privee.

Le origini della t-shirt si fanno risalire alla fine dell’800, quando fu creata come capo d’abbigliamento intimo per gli uomini, seppure fosse già in uso persino presso gli Etruschi, vestendo nobiltà e popolo, ma sempre e solo come underwear. Tuttavia, è dal 1913 che inizia il vero boom della t-shirt. È proprio in quel particolare periodo storico, infatti, che la maglietta a maniche corte in cotone usata dalle truppe europee viene scoperta dall’esercito americano e diventa uno standard nell’abbigliamento dei Marines.

Ma quali sono i modelli più indossati? Secondo la ricerca Vente-privee quelli con parole, frasi, immagini, messaggi. Questi ultimi, infatti, si attestano al primo posto con il 51 percento delle preferenze, seguito da loghi e scritte vintage (39 percento).

Foto: T-shirt Happiness, credit Vente-privee press office