• Home
  • News
  • Moda
  • Smi: positivi i segnali dal Governo in favore del tessile biellese

Moda

Smi: positivi i segnali dal Governo in favore del tessile biellese

Scritto da Isabella Naef

28 dic 2020

Sistema moda Italia esprime soddisfazione a proposito dell'impegno assunto dal Governo nei confronti della filiera tessile biellese. "Difficile non commentare positivamente, da parte di Sistema moda Italia, il risultato ottenuto dall’Unione industriale biellese, che grazie a un emendamento dell’onorevole Roberto Pella, in occasione dell’esame del Ddl Bilancio 2021 durante la riunione della Commissione di Bilancio della Camera, ha ottenuto un contributo di 15 milioni di euro a valere sugli anni 2021, 2022 e 2023, per iniziative di sostegno a tutela dell’industria tessile del territorio e della sua filiera", si legge in una nota.

“Il distretto di Biella è un distretto storico", ha commentato Marino Vago, presidente di Sistema moda Italia, "che ha visto nascere e crescere l’industria tessile del Paese ed è stato la culla di importanti marchi ancora oggi leader, soprattutto nell’industria della lana. E’ anche un Distretto però, che ha subito violente crisi che lo hanno colpito, nel corso degli anni, riducendone fortemente la dimensione e il valore delle produzioni. La crisi indotta dalla pandemia, che sta fortemente erodendo i fatturati delle imprese del settore in generale e del distretto in particolare, necessita di azioni concrete a sostegno del Distretto stesso che possono trovare nel finanziamento riconosciuto all’Unione industriale Biellese, una segnale di sostegno”.

“Si crea un precedente importante”, prosegue Vago, "nel riconoscere a una Organizzazione di imprenditori la capacità di sviluppare iniziative operative sul territorio da essa rappresentato attraverso l’erogazione di finanziamenti pubblici".

Sistema moda Italia, con la collaborazione di una Università e di un Centro di ricerca di settore, sta ultimando un dossier che approfondisce nel dettaglio la crisi economica che la pandemia sta inducendo sul settore tessile-abbigliamento nazionale, crisi che Smi ritiene dovrebbe essere affrontata come “straordinaria” in un settore strategico per il Paese e quindi affrontata con una dotazione di mezzi straordinari”.

Foto: Marino Vago, dall'ufficio stampa Sistema moda Italia