• Home
  • News
  • Moda
  • Sono 40 i milioni di euro destinati all'imprenditoria femminile

Sono 40 i milioni di euro destinati all'imprenditoria femminile

Scritto da Isabella Naef

8 ott 2021

Moda

Pexels, Karolina Grabowska

Nei giorni scorsi il ministro Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto interministeriale che rende operativo il Fondo impresa donna che mira a rafforzare gli investimenti e i servizi a sostegno dell’imprenditorialità femminile. L’obiettivo della misura è quello di incentivare la partecipazione delle donne al mondo delle imprese, supportando le loro competenze e creatività per l’avvio di nuove attività imprenditoriali e la realizzazione di progetti innovativi, attraverso contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.

Anna Lapini, presidente di Terziario donna Confcommercio: la dotazione iniziale di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022 sarà rafforzata con le risorse del Pnrr

Il Fondo impresa donna è istituito con un finanziamento iniziale di 40 milioni di euro, a cui si aggiungeranno le risorse Piano nazionale di ripresa e resilienza, 400 milioni, destinate all’imprenditoria femminile. Il progetto costituisce un intervento cardine inserito tra le linee di intervento del Ministero dello sviluppo economico nel Piano nazionale di Ripresa e Resilienza nell’ambito della missione “Inclusione e coesione”.

“Con l’attuazione della misura a sostegno dell’imprenditoria femminile, il Ministero raggiunge un altro obiettivo del Pnrr nei tempi stabiliti dal cronoprogramma, come già avvenuto per i bandi Ipcei (Importanti progetti di comune interesse europeo, ndr) sui progetti strategici altamente tecnologici nei settori delle batterie e dei semiconduttori, mentre è già stata avviata la riforma della proprietà industriale”, si legge in una nota del ministero dello Sviluppo economico.

“Accogliamo con soddisfazione il decreto firmato qualche giorno fa dal ministro Giorgetti che rende operativo il Fondo impresa donna che mira a rafforzare gli investimenti e i servizi a sostegno dell’imprenditorialità femminile. La dotazione iniziale di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022 che sarà rafforzata con le risorse del Pnrr, 400 milioni di euro, risponde, seppur in modo limitato, alle urgenze e le richieste che provengono dalle nostre imprenditrici”, ha sottolineato Anna Lapini, neo presidente di Terziario donna Confcommercio.

“E’ un passo importante perché finalmente si stanno concretizzando le misure a fondo perduto che mancano da tempo”, ha proseguito Lapini, “frutto anche delle richieste di interventi ad hoc per l’imprenditoria femminile che Terziario donna Confcommercio ha avanzato negli anni, a partire dal mancato rifinanziamento della Legge 215 che aveva rappresentato una valida leva per la promozione del fare impresa femminile”.