• Home
  • News
  • Moda
  • Tom Ford, Gucci e Bally: tre direttori creativi al debutto a Milano moda donna

Tom Ford, Gucci e Bally: tre direttori creativi al debutto a Milano moda donna

Scritto da Isabella Naef

loading...

Moda

SS24 Credits: Martino Midali
Occhi puntati sulla fashion week milanese al via oggi con due grandi debutti: Sabato De Sarno, che debutterà venerdì 22 con la sua prima collezione per Gucci e la prima collezione di Peter Hawkings per Tom Ford, in agenda nel tardo pomeriggio di mercoledì 21 settembre. La curiosità nei confronti del nuovo corso dell'etichetta è molto alta e sicuramente sarà in grado di influenzare l'andamento del brand per la stagione in corso e per le successive. Per Hawkings, quindi, questa prima prova, con la presentazione della sua collezione donna per la primavera-estate 2024, sarà molto sfidante.

Hawkings può non essere molto noto al grande pubblico, ma ha avuto una lunga carriera nella moda. Collaboratore di lunga data dello stilista Tom Ford, ha iniziato la sua carriera presso Gucci. Dal 1998 al 2006 ha ricoperto la posizione di senior designer per la moda maschile. Nel febbraio 2006 è entrato a far parte di Tom Ford, dove ha fatto carriera nel corso degli anni. Direttore del design per l'abbigliamento maschile, poi direttore del design maschile, degli accessori e degli occhiali, è diventato vicepresidente senior per l'abbigliamento maschile prima di essere nominato direttore creativo. In questa nuova posizione, gestisce le categorie donna, uomo e accessori e assume il ruolo di lead designer per il segmento moda e le sfilate. In totale saranno 67 le sfilate di Milano moda donna, 72 presentazioni, 4 presentazioni su appuntamento e 33 eventi. Per la prima volta in calendario anche le sfilate di Avavav, Chiara Boni La petite robe, Karoline Vitto supported by Dolce&Gabbana, Rave Review, The Attico.

Tornerà in calendario a sfilare il brand Aigner. Tra i debutti Simone Bellotti alla direzione creativa di Bally

Ieri, intanto, c'è stato un assaggio delle collezioni per la primavera estate con la sfilata, a palazzo Isimbardi, di Martino Midali. Interpreti della collezione spring summer 24 sulla passerella, accanto alle modelle, sei donne comuni a conferma, una volta di più, dello stile di Midali. È la libertà di essere se stesse che ha guidato la mano di Martino Midali nel disegnare la collezione, dove a farla da padrone è il plissé. La texture esce dagli schemi e diventa la materia prediletta per capi di un dailywear sofisticato ma pratico, versatile e slegato dal concetto di occasione. Via libera a morbidi abiti, che giocano con le maniche, con le sovrapposizioni, con le lunghezze; accanto le agili jumpsuit, capo chiave del guardaroba, e i completi due pezzi, veloci e trasversali, con il loro carosello di bluse tutte diverse e spesso completate da un cappuccio. La passione per i capispalla, lunghi e avvolgenti, si incontra con quella per le righe, di pantaloni, di blazer ampi, di giacche over, mentre c’è spazio per l’inedito con i bermuda slegati dal mood casual, che lascia tracce nel modello con tasche applicate.

Martino Midali: interpreti della collezione SS24 sulla passerella, accanto alle modelle, sei donne comuni

“Suggerire un gusto, una filosofia, senza imporre dei canoni: una moda per tutte le donne, per tutte le età, per tutte le taglie: la stessa scelta dalle donne che sono scese in passerella per rappresentare il credo di Martino Midali e che nella loro diversità sono unite dal suo stile. A partire dall’indimenticabile Susanna Messaggio, protagonista televisiva, accanto a un altro volto della tv, Roberta Termali; insieme all’assistente Ceo Barbara Lancini, alla biologa Laura Ciardelli, all’human resource manager Isabella Giacchino e a Elisabetta Negri d’Oleggio, architetto d’interni", si legge in una nota.

La fashion week, come accade da tempo, lascerà spazio anche alle sfilate digitali

Lunedì 25 settembre, infatti, sarà dedicato ai contenuti digitali presentati sulla piattaforma di Camera moda: per la prima volta saranno presenti in calendario con contenuti digitali i brand Guido Vera, Maison Nencioni, Phan Dang Hoang e Pillings.

Domenica 24 settembre si terrà l’evento Cnmi Sustainable fashion awards, mentre il 20 settembre si terrà l’evento di lancio della collezione Moncler x Pharrell Williams.

In apertura di fashion week, questa mattina, è in agenda la Breast cancer fashion show, sfilata di sensibilizzazione sul tema del cancro al seno alla quale parteciperanno, tra gli altri, i brand Actn1, Federico Cina, Magliano, Tokyo James e Vitelli. Domenica 24 settembre a chiusura del calendario fisico si terrà l’evento Cnmi Sustainable fashion awards realizzato in collaborazione con la Ethical fashion initiative delle Nazioni unite e il Comune di Milano.

"Il compito della Camera nazionale della moda italiana si conferma, oggi più che mai, quello di sintentizzare le istanze che attraversano la moda e la società, proseguendo un percorso attorno alla narrazione, alla sostenibilità, ai giovani brand, alla formazione e alla valorizzazione delle diversità. Il calendario della Milano fashion week riflette tutta la complessità e la ricchezza del nostro settore, rappresentati anche nel Fashion hub di Camera nazionale della moda italiana e dalle storie dei Cnmi Sustainable fashion awards che celebreremo a conclusione della Milano fashion week. Siamo felici che il pubblico internazionale possa godere a Milano, ancora una volta, della magia della moda", ha spiegato il presidente di Camera della moda, Carlo Capasa.

SS24 Credits: Martino Midali
Gucci
martino midali
Milano Moda Donna
Sabato De Sarno
SS24
Tom Ford
Trends