• Home
  • News
  • Moda
  • White Milano: dopo il successo invernale scalda i motori per settembre

White Milano: dopo il successo invernale scalda i motori per settembre

MESSAGGIO SPONSORIZZATO
Scritto da Sponsor

12 apr 2021

Moda

Numerosi i buyer italiani e stranieri che hanno visitato  la piattaforma business to business di White le collezioni per l'autunno inverno dei marchi accuratamente selezionati dal team di Massimiliano Bizzi, fondatore della kermesse di via Tortona.  "A causa del Dpcm, che ci ha impedito di aprire la nostra fiera nel Tortona fashion district, abbiamo pensato che fosse corretto continuare a sostenere le nostre pmi, attraverso un progetto di marketing, che enfatizzasse e valorizzasse il made in italy bello e ben fatto, di aziende sostenibili che abbiamo definito artigiani evoluti. Abbiamo supportato la loro creatività, prima di tutto favorendo l'incontro tra il marchio e i buyer, guidando questi ultimi all'interno della nostra piattaforma business to business e creando contenuti, video e interviste per far conoscere l'eccellenza delle singole aziende", ha spiegato Massimiliano Bizzi, fondatore di White Milano.

Bizzi, fondatore di White: Ora siamo al lavoro per selezionare come sempre i migliori marchi sul mercato, per dare un'offerta ancora più interessante ai buyer.

Ottimista sul futuro e su un ritorno alla normalità nei prossimi mesi, anche Carlo Maria Ferro, Presidente di Ice-Agenzia, istituzione che supporta da parecchie edizioni la manifestazione milanese. "I Kpi (Key performance indicator, ndr) di riferimento sono stati ampiamente superati: circa 180 aziende della moda donna e accessori sono entrati in contatto con 8mila utenti unici durante la settimana della moda di Milano, lo scorso febbraio", ha osservato Ferro, esprimendo soddisfazione sull'andamento della fiera in termini di visite e di interesse da parte dei buyer nei confronti dei brand presenti sulla piattaforma. "Probabilmente, nei prossimi mesi continueremo ad avere fiere digitali affiancate da qualche presentazione ed evento in presenza, ma poi torneremo ai saloni fisici anche se il digitale resterà per offrire un'opportunità di business maggiore alle aziende e ai marchi anche della moda: quella di allargare il raggio d'azione verso chi non può essere fisicamente presente alla kermesse. Allo scopo abbiamo lanciato Fiera Smart 365 uno strumento per svolgere, oggi, fiere in digitale o ibride e amplificare, domani, l’impatto sui mercati esteri delle fiere internazionali.”

Numeri alla mano, nel dettaglio, proprio nei giorni del salone, dal 25 al 28 febbraio, è cresciuto il traffico sul nuovo sito di White, arrivando a toccare oltre 8mila utenti unici al giorno con un tempo di visita medio di 2,5 minuti, mentre i social registrano un + 400 per cento rispetto alla precedente edizione con oltre 3000 persone collegate per seguire i webinar. Il lavoro digitale sulle pmi è continuato per tutto il mese di marzo e aprile per supportare le aziende nelle campagne vendite business to business.
"Ora", ha aggiunto Bizzi, "siamo al lavoro per selezionare come sempre i migliori marchi sul mercato, per dare un'offerta ancora più interessante ai buyer, che ci auguriamo possano ritornare a visitare la nostra manifestazione, selezionando nuovi designer dal  nostro brand mix, con slancio e voglia di ricominciare. Dall'inizio della pandemia stiamo facendo sistema con gli show room ed i retailer, convinti che solo lavorando nella stessa direzione si potrà superare questo durissimo momento storico. A settembre potremo contare sul sostegno delle istituzioni, di Ice-Agenzia, di Confartigianato, e del Comune di Milano".

Confartigianato, per esempio, attraverso il suo presidente, Marco Granelli, ha osservato "la moda è il settore manifatturiero che sta soffrendo maggiormente la crisi. Nel 2020 ha registrato un calo del fatturato pari a 17,9 miliardi e una diminuzione delle esportazioni di 11,2 miliardi. La fase di recupero sarà lunga e complessa, ma per risollevarsi bisogna fare leva su due fattori: la capacità di innovare, che coinvolge già il 46,8 per cento delle imprese del settore, e l'orientamento green, che appartiene già al 62,8 per cento delle piccole imprese del settore che attuano strategie mirate a ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività".

Insomma, il banco di prova del "digitale", unito al focus sulla sostenibilità e al sostegno verso le piccole e medie aziende, è stato superato a pieni voti da White, come hanno testimoniato le parole degli organizzatori della kermesse e delle importanti istituzioni coinvolte. A contribuire alla riuscita anche Milano Loves Italy, il movimento promosso da WHITE e da CSM-Camera Moda Showroom, che ha raccolto le adesioni di CNMI -Camera Nazionale della Moda Italiana, CBI-Camera Buyer Italia,Confartigianato Milano Monza e Brianza, Alined Network, Niam-Nazionale Italiana Agenti Moda. Il progetto vede anche il coinvolgimento del Comune di Milano.
Il movimento ha realizzato uno short movie per lanciare un segnale di speranza e positività. “This is Milano” è il titolo del cortometraggio diretto da Mantra-Mezcal, Fred Cavallini & Filippo Pax, girato negli angoli più suggestivi della città, che proprio durante le fashion week vivono di un’atmosfera ancora più speciale.
Il messaggio del video è diretto e punta sulle emozioni: è tempo di rinascere! Milano, capitale della moda e del design, non si arrende e si mostra nella sua Bellezza, che a volte resta silenziosa per poi esplodere in modi e tempi impensabili, una città dinamica, veloce come lo è sempre stata, in evoluzione continua dopo le continue battaglie. Per rialzarsi sempre più bella di prima. Questo lo storyboard sviluppato dai due registi Cavallini e Pax, che hanno saputo enfatizzare tramite parole e immagini il concetto di una Bellezza resiliente.

E su Milano Loves Italy e sulla voglia di ripresa si è espressa anche Gigliola Maule, Presidente di Csm-Camera Showroom Milano, che afferma:
"Milano è stata costretta a dormire, ma ha una gran voglia di tornare a vivere. Stiamo lavorando a diversi progetti e, pensando alla ripartenza abbiamo aderito a Milano Loves Italy,  movimento fondato da White per promuovere la rinascita della città di Milano. Tramite questo movimento stiamo mettendo in cantiere tutta una serie di eventi che avranno il supporto del Comune di Milano. Il nostro desiderio è di far tornare Milano più viva che mai a Settembre, creando collaborazioni con il food ed il design, che rappresenta l'eccellenza del lifestyle italiano. Da sempre i buyer stranieri amano la città di  Milano, che è una dello loro mete preferite, non solo per fare i loro acquisti, ma anche per sperimentare il lifestyle italiano”.

I progetti digitali di White non si fermano e  il suo team è al lavoro per continuare  a sviluppare lo storytelling e la comunicazione delle sue aziende, sia tramite il canale digital e auspicando in una ripresa della fiera fisica a Settembre 2021.

White Milano