Zalando vuole candidati con mentalità analitica e spiccato senso per la moda

FashionUnited pubblica questo giovedì la seconda di una serie di interviste dedicate alle professionalità maggiormente richieste nell'ambito della moda, sia da parte delle griffe, sia da parte delle aziende attive nell'ecommerce della moda e del lusso. Come emerso dal bollettino di aprile di Excelsior, Il Sistema informativo promosso e realizzato da Unioncamere in accordo con il Ministero del Lavoro e l’Unione europea, sono circa 415mila le entrate programmate dalle imprese per il mese appena concluso e oltre 1,3 milioni se si osserva il trimestre aprile-giugno 2019.

Nel dettaglio, nonostante le incertezze sui mercati internazionali che condizionano le esportazioni del made in Italy, pesando quindi sulle scelte occupazionali degli operatori, il bollettino evidenzia una crescita complessiva delle entrate programmate nell’industria (+3,2 per cento su base annua, pari a 3.550 contratti in più). Sono le “industrie della moda”, insieme ai comparti della metallurgia, a caratterizzare il saldo positivo del settore. Ecco perchè FashionUnited ha deciso di sentire le aziende della moda e dell'ecommerce per capire quali sono i ruoli più gettonati, quanto può guadagnare chi ricopre queste posizioni, quali sono i percorsi formativi migliori e le attitudini richieste per trovare un'occupazione e fare carriera nel fashion e nel lusso. Questa settimana abbiamo intervistato Astrid Arndt vice president business engagement and recruitment di Zalando, etailer con quartier generale a Berlino, che ha chiuso il primo trimestre con ricavi in crescita del 15,2 per cento, a 1,4 miliardi di euro.

Quali sono i profili più ricercati ora e quali saranno i più gettonati nei prossimi mesi?

Zalando vuole diventare il punto di partenza per la moda, fornendo agli oltre 26 milioni di clienti in Europa l’assortimento più rilevante in ambito moda e beauty. Offriamo oltre 400.000 articoli di quasi 2.000 brand. Per essere sicuri di avere le ultime tendenze e i marchi che i nostri clienti cercano, merchandiser e buyer sono figure sempre richieste da Zalando. Poiché basiamo tutte le nostre decisioni di business sui dati, oltre a uno spiccato senso per la moda, questi ruoli richiedono anche una mentalità analitica. Essere in grado di estrarre i dati permette sia ai merchandiser sia ai buyer di comprendere meglio le richieste dei clienti e di prendere le decisioni giuste nel lavoro quotidiano. Nel processo di assunzione ci focalizziamo anche su competenze di trend forecasting e brand strategy.

Zalando vuole candidati con mentalità analitica e spiccato senso per la moda

Di cosa si occupano queste professionalità? Quanto possono aspirare a guadagnare?

I buyer e i merchandiser lavorano a stretto contatto e il loro compito è assicurarsi che i nostri clienti abbiano accesso alla giusta scelta di prodotti, il che vuol dire fornire loro i trend e i capi giusti al momento giusto e al giusto prezzo. I buyer sono responsabili della pianificazione e della selezione dei capi da vendere nel nostro fashion store. Questo ruolo richiede la capacità di prendere decisioni basata sulla sintesi di diversi fattori come la richiesta dei clienti, la qualità o la policy del brand.

Possedere un’eccezionale sensibilità per le tendenze del mercato, tenere il passo e rispondere ai cambiamenti del mercato, oltre a capire i bisogni e i comportamenti dei consumatori per fornire loro una scelta commercialmente sostenibile, sono altri requisiti necessari per svolgere questo ruolo sono. I merchandiser sono coinvolti dalla pianificazione fino alla consegna delle collezioni da parte dei brand, garantendo consegne puntuali. Svolgono inoltre un ruolo chiave nella previsione, nella pianificazione delle scorte e nel monitoraggio delle performance. Gli stipendi, così come le attività svolte da questi ruoli, dipendono altamente dal livello di esperienza. Nello specifico, il modello retributivo di Zalando segue fasce retributive interne stabilite a seconda delle famiglie di lavoro per garantire un compenso equo per profili professionali simili ed è completato da fattori variabili a livello dirigenziale come le stock option. Anche la crescita professionale è estremamente incoraggiata in tutti i ruoli a Zalando. Offriamo infatti una grande flessibilità e diverse opportunità di sviluppo grazie ad attività di training interne e di mentoring e alla rotazione del personale nelle diverse mansioni, solo per citare alcuni esempi.

Che di tipo di formazione e quali competenze sono necessarie?

Per questi ruoli ricerchiamo persone laureate, un percorso di studi in fashion management oppure retail management è considerato vantaggioso ma non obbligatorio. Molto più importante è l’esperienza pratica in questi ruoli, per sviluppare le capacità necessarie. Le competenze richieste dipendono dal livello di anzianità, ma generalmente una buona gestione degli stakeholder, una comunicazione chiara, un approccio orientato alla soluzione e un pensiero analitico sono molto apprezzati per queste posizioni.

Incontrate difficoltà a reperire figure professionali adeguate alle vostre ricerche?

A volte può essere difficile individuare profili di nicchia, per esempio buyer che hanno esperienza in una categoria molto specifica come il menswear denim con esperienza off-price. Questo profilo dovrebbe avere esperienza non solo nel denim maschile ma anche in un modello di business off-price, come Zalando Privé.

Quali sono le caratteristiche giuste e le attitudini per lavorare in un ambiente come il vostro?

I candidati giusti dovrebbero identificarsi con i valori che caratterizzano la cultura aziendale di Zalando: profondo orientamento al cliente, mentalità imprenditoriale, velocità e spirito di squadra. Questi valori ci permettono di offrire ai nostri clienti la miglior esperienza d’acquisto possibile e di offrire ai nostri partner il miglior contesto di riferimento. E’ molto importante anche essere versatili e aperti a nuove esperienze. Puntiamo a trovare i candidati giusti che siano in grado di vedere le cose in prospettiva e riferire sempre le loro azioni alla nostra strategia aziendale.

La prossima intervista della serie "Work in fashion" sarà pubblicata giovedì prossimo su FashionUnited

Fotos: Sede Zalando a Berlino, credit Svenja Krüger, dall'ufficio stampa Zalando

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO