American Apparel: Charney licenziato, arriva Paula Schneider

Dov Charney, il controverso ex-ceo e fondatore di American Apparel, è stato licenziato. Al suo posto arriva Paula Schneider, ex dirigente Warnaco.

In una nota la Schneider, che assume la carica di ceo, ha detto che punta a "far di American Apparel una società migliore, pur rimanendo fedele ai suoi valori fondamentali di qualità e di creatività e di preservando il suo spirito made in Usa e la filosofia di produzione".

Lo scorso ottobre era stato annunciato un ceo ad interim: Scott Brubaker

Lo scorso ottobre era stato annunciato un ceo ad interim: Scott Brubaker. La nomina era arrivata tre mesi dopo che Dov Charney era stato sospeso sotto il sospetto di appropriazione indebita di fondi aziendali e comportamento scorretto nei confronti di un ex dipendente.

American Apparel, etichetta made in Los Angeles dell'underwear glamour, colorato e sexy, ha negozi anche a Milano, alle colonne di San Lorenzo, a Firenze a Roma.

Charney ha fondato l'azienda di abbigliamento 25 anni fa. La sua carriera cominciò vendendo magliette nel dormitorio dell'Università. Negli ultimi anni l'azienda ha avuto difficoltà finanziarie e lo stesso Charney è stato accusato di aver messo in circolazione foto nude di una dipendente.

Le stesse accuse che sono state utilizzate come base del licenziamento di Charney. L'avvocato di Charney ha definito le accuse "infondate".

"Sono orgoglioso di quello che ho creato ad American Apparel e sono fiducioso che, come suo maggiore azionista, avrò un forte rapporto con la società negli anni a venire", ha detto Charney in un comunicato.

American Apparel: Charney licenziato, arriva Paula Schneider

La decisione di licenziare Charney è stata presa lunedì dal "comitato di idoneità," il consiglio che si è formato in seguito alla sospensione di Charney come amministratore delegato il 18 giugno scorso.

L'estromissione è arrivata dopo un ultimatum del consiglio dato a Charney più di una settimana fa.

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO