Calvin Klein divorzia da Raf Simons con effetto immediato

Poco prima di Natale il mondo della moda ha messo in scena l'ennesimo "divorzio" eccellente alla direzione creativa delle maison. Questa volta si tratta di Calvin Klein. La griffe, infatti, ha annunciato la fine del sodalizio con il designer belga Raf Simons. Da un comunicato, infatti, si apprende che il designer belga lascia ufficialmente il suo ruolo di chief creative officer con otto mesi di anticipo rispetto alla scadenza del contratto.

Al momento non si sa chi prenderà il posto di Raf Simons alla guida di Calvin Klein

"Le parti hanno deciso amichevolmente di dividersi dopo che Calvin Klein inc ha deciso di dare vita a una nuova brand direction diversa dalla visione creativa di Simons", si legge nella nota.

Calvin Klein, quindi, non sfilerà durante la settimana della moda newyorchese di febbraio.

Simons, invece, sfilerà con la sua linea uomo a Parigi.

Alla base della rottura ci sarebbero anche i risultati sulle vendite poco soddisfacenti per il marchio di casa Pvh. L'amministratore delegato della compagnia, Manny Chirico, ha puntato il dito contro Simons, citando le mancanze dei designer con le sue ultime collezioni di prêt-à-porter e denim.

Simons fu nominato direttore creativo presso Calvin Klein nel 2016, dopo la sua uscita da Dior. Calvin Klein gli offrì uno stipendio da molti milioni di dollari nella speranza che potesse migliorare le vendite nella linea di prêt-à-porter del marchio.

L'arrivo di Simons a New York nell'agosto 2016 dopo quattro anni da Dior, fece scalpore. Allo stilista furono dati vasti poteri per rivitalizzare il marchio americano, che confidava in lui per aumentare i profitti della sua collezione high-end.

Durante il suo breve periodo in Calvin Klein, Simons, 50 anni, ha ottenuto apprezzamenti dal mondo della moda per le sue innovative collezioni e ha ricevuto tre premi dal Council of fashion designer of America.

Calvin Klein, fondato nel 1968, è passato sotto il controllo di Pvh nel 2003.

Foto: Raf Simons, courtesy of Cfda
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO