• Home
  • News
  • Persone
  • Domani, a Milano, l'ultimo saluto a Beppe Modenese

Domani, a Milano, l'ultimo saluto a Beppe Modenese

Scritto da Isabella Naef

24 nov 2020

Persone

Si svolgeranno domani, 25 novembre, a Milano, presso la Chiesa di Santa Maria della Passione, in via Conservatorio, i funerali di Beppe Modenese, scomparso il 21 novembre.

“Beppe Modenese ha contribuito come nessuno alla nascita del sistema moda italiano, con straordinaria capacità visionaria e prezioso spirito pragmatico ha guidato la costruzione di un sistema, l’affermarsi di Milano come capitale della moda ed incoraggiato nuovi talenti. È stato definito a ragione Primo Ministro della moda italiana, e ha definito i contorni di un sistema unico al mondo. Oggi perdiamo una figura di riferimento ed un’icona, molti di noi perdono anche un amico generoso”, ha sottolineato Carlo Capasa, presidente Camera nazionale della moda italiana, in una nota.

Carlo Capasa: “ci mancheranno la sua intelligenza ed eleganza, il suo senso dell’humor e la sua arguzia”

“Ci mancheranno la sua intelligenza ed eleganza, il suo senso dell’humor e la sua arguzia, ma Beppe ci lascia una grande eredità da onorare e un grande esempio da seguire anche per le nuove generazioni. Camera nazionale della moda italiana, in tutte le sue componenti, lo saluta con immensa gratitudine e affetto”, ha concluso Capasa.

Novantadue anni, Beppe Modenese, all’anagrafe Giuseppe Modenese, era nato ad Alba, il 26 novembre 1929, è stato un manager italiano protagonista del della moda italiana. Al manager si deve l’organizzazione della storica sfilata presso la Sala Bianca di Palazzo Pitti nel 1952 e anche la nascita del concetto di made in Italy.

Dotato di un’eleganza innata, quella che prescinde dall’abito che si indossa ed è fatta di cultura ed educazione, Modenese, anche negli ultimi anni, era presente alle sfilate della fashion week con le sue, ormai iconiche, calze rosse indossate con garbo su abiti impeccabili e scarpe “comment il faut”. Dopo la scomparsa di Piero Pinto, celebre architetto da una vita al suo fianco, Modenese aveva ridotto le sue apparizioni pubbliche.

Le condizioni di salute già precarie di Modenese si erano aggravate negli ultimi giorni e il manager si è spento nella sua abitazione di Milano.

Foto: Pexels