• Home
  • News
  • Persone
  • Jeff Bezos lascerà la guida di Amazon ad Andy Jassy

Jeff Bezos lascerà la guida di Amazon ad Andy Jassy

Scritto da FashionUnited

3 feb 2021

Persone

Jeff Bezos lascia la carica di ceo di Amazon. L'azienda ha comunicato che resterà presidente del consiglio d'amministrazione e che il nuovo ceo sarà Andy Jassy. Jassy è attualmente il ceo di Amazon web services, la società dell'etailer dedicata alla fornitura di sistemi di cloud computing.

Le vendite del quarto trimestre dell'etailer hanno superato i 100 miliardi di dollari.

Bezos, che ha fondato l'azienda nel 1994 dal suo garage a Seattle, resterà come presidente esecutivo.

Jeff Bezos lascerà la carica di ceo nella seconda metà dell'anno

Tornando ai dati, le vendite nette sono salite del 44 per cento a 125,6 miliardi di dollari nei tre mesi al 31 dicembre, rispetto agli 87,4 miliardi di dollari di un anno prima.

Nell'anno, il rivenditore ha riportato profitti netti pari a 21,3 miliardi di dollari (41,83 dollari per azione) rispetto all'utile netto di 11,6 miliardi di dollari (23,01 dollari per azione) del 2019. Le vendite nette si sono attestate a 386,1 miliardi di dollari (erano 280,5 miliardi nel 2019), in crescita del 38 per cento.

Jeff Bezos lascerà il posto di ceo nella seconda metà del 2021.

Bezos ha 57 anni ed è il protagonista per antonomasia della rivoluzione digitale di questi anni.

La società ha recentemente annunciato che aprirà due nuovi centri in Italia e creerà 1.100 posti di lavoro a tempo indeterminato. L'ecommerce, infatti, ha registrato una crescita esponenziale in questi mesi di pandemia da Covid-19. L'etailer ha così deciso di espandere "la sua rete logistica in Italia per far fronte alla domanda crescente di ordini da parte dei clienti, ampliare l’offerta di prodotti e supportare al meglio le piccole e medie imprese che utilizzano la vetrina di Amazon per incrementare le loro vendite in Italia e all’estero", si legge in una nota dell'azienda.

Il centro di distribuzione di Novara e il centro di smistamento di Spilamberto (Modena) saranno operativi a partire dal prossimo autunno. "Le strutture avranno un impatto sostenibile e saranno alimentate attraverso pannelli solari e sistemi ad alto risparmio energetico in linea con il Climate pledge, con cui Amazon si impegna a raggiungere zero emissioni di Co2 entro il 2040, con 10 anni di anticipo rispetto agli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi. Con l’apertura dei due nuovi centri Amazon investirà oltre 230 milioni e creerà 1.100 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni garantendo salari competitivi e numerosi benefit sin dal primo giorno", prosegue il management nella nota.

Nel dettaglio, il centro di distribuzione situato ad Agognate, frazione del comune di Novara in Piemonte, creerà 900 posti di lavoro entro tre anni dall’apertura. Il sito, la cui costruzione è realizzata da Vailog srl (Gruppo Segro) sarà dotato della tecnologia Amazon Robotics con un’attenzione particolare alla salute e al benessere dei dipendenti.

Il centro di smistamento di Spilamberto, in provincia di Modena, sarà il secondo sito di questa tipologia aperto da Amazon in Emilia Romagna dopo quello di Castel San Giovanni, e il terzo a livello nazionale. Sempre Vailog srl (Gruppo Segro) è responsabile della costruzione del nuovo magazzino in cui saranno creati oltre 200 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato entro il 2023. I dipendenti del centro di smistamento si occuperanno di smistare e preparare i pacchi, provenienti dai centri di distribuzione, per la spedizione ai depositi di smistamento, prima della consegna finale ai clienti.

Foto: Jeff Bezos, Amazon Corporate