Tomas Maier esce da Bottega Veneta

Bottega Veneta annuncia la fine della collaborazione con il direttore creativo Tomas Maier, che era entrato a far parte della maison italiana nel 2001. Maier ha dato vita a una vera e propria rinascita del marchio attingendo al know-how della griffe. "Grazie alla sua visione creativa, Bottega Veneta incarna oggi la quintessenza del lusso sobrio e sofisticato", si legge nella nota di Kering, cui fa capo il marchio.

Maier era approdato in Bottega Veneta nel 2001

"In gran parte per merito delle doti creative di alto livello di Tomas, Bottega Veneta è diventata la griffe che è oggi", ha detto François-Henri Pinault, presidente e ceo di Kering.

"Sono profondamente grato a lui e personalmente lo ringrazio per il lavoro che ha svolto e per l'eccezionale successo che ha contribuito a raggiungere", ha aggiunto Pinault.

Maier era arrivato in azienda nel 2001, quando il brand fu acquistato da Gucci Group (ora Kering), e fu nominato da Tom Ford. Il suo lavoro è partito dagli accessori, mentre la prima collezione di prêt-à-porter fu presentata nel 2005. A oggi non si sa chi sarà il suo successore.

Bottega Veneta è stata fondata nel 1966 in Veneto.

Foto: Tiziana Fabi / AFP