Geox: ricavi a 451 milioni nell'H1 2017

Geox S.p.A ha approvato venerdì scorso i risultati consolidati del primo semestre 2017.

“Geox chiude il primo semestre con ricavi pari a 451 milioni, in linea con lo scorso anno, grazie in particolare al solido progresso registrato nel canale multimarca (+6,7 percento), alle ottime performance di Russia, Est Europa e Cina e al trend significativo del canale ecommerce, in crescita di oltre il 30 percento che, come previsto, hanno compensato l’ottimizzazione della rete dei negozi monomarca", ha detto Mario Moretti Polegato, presidente e fondatore di Geox.

"L’aumento della redditività conseguito è il risultato della costante attenzione alle efficienze operative, dello stretto controllo dei costi e della continua implementazione della strategia del gruppo che pone in primo piano una crescita solida e profittevole", ha aggiunto Polegato.

Per quanto riguarda il secondo semestre, il fondatore dell'azienda di Biadene di Montebelluna, si aspetta che il gruppo Geox consegua risultati positivi, grazie alla crescita del portafoglio ordini iniziale del canale multimarca per la prossima stagione autunno inverno 2017, in aumento del +8 percento, alla prevista positiva espansione del margine industriale e all’attesa performance delle efficienze del business.

Le calzature hanno rappresentato per Geox il 90 percento dei ricavi consolidati, attestandosi a 408,2 milioni

Nel dettaglio, nel primo semestre, i ricavi consolidati hanno registrato un incremento dello 0,2 percento a euro 451,1 milioni (-0,7 percento a cambi costanti). Le calzature hanno rappresentato il 90 percento dei ricavi consolidati, attestandosi a 408,2 milioni, in linea con lo scorso anno (-1,3 percento a cambi costanti). L’abbigliamento è stato pari al 10 percento dei ricavi consolidati attestandosi a 42,9 milioni, rispetto a euro 40,2 milioni del primo semestre 2016 (+6,7 percento; +5,4 percento a cambi costanti).

I ricavi realizzati in Italia, che rappresentano il 30 percento dei ricavi del gruppo, si sono attestati a 137,0 milioni, rispetto a 143,6 milioni dell’esercizio precedente. Questo andamento è dovuto principalmente alla prevista razionalizzazione dei negozi monomarca e alla leggera flessione del canale multimarca dovuta a minori riassortimenti e a un approccio più selettivo, necessario in seguito alle correnti condizioni del mercato.

I ricavi generati in Europa, pari al 44 percento dei ricavi del gruppo, sono ammontati a 198,9 milioni, rispetto a 195,8 milioni del primo semestre 2016, registrando un aumento dell'1,6 percento. Questo andamento è dovuto alla prevista razionalizzazione dei negozi monomarca (14 chiusure nette), "compensata dalla crescita soddisfacente registrata nel canale multimarca in tutti i principali mercati", ha spiegato il management inn una nota.

Il Nord America ha registrato un fatturato pari a 28,4 milioni, in calo di 1,6 milioni (-5,5 percento a cambi correnti e -8,1 percento a cambi costanti) imputabile principalmente al mercato canadese.

Gli Altri Paesi hanno riportato un fatturato in crescita del 7,3 percento (+3,5 percento a cambi costanti) con performance particolarmente significative di Russia, Est Europa e Cina.

Per quanto riguarda l’intero esercizio 2017, il management si attende una leggera crescita del fatturato complessivo e un aumento della redditività rispetto all’esercizio precedente.

A metà maggio, a Milano, i vertici del gruppo hanno presentato X store concept, il nuovo progetto di casa Geox che intende traghettare i negozi del marchio veneto verso la digitalizzazione, la tecnologia, l'esperienza d'acquisto tanto desiderata dai Millenial e da tutti i clienti sempre più avvezzi all'integrazione tra online e offline.

Il nuovo progetto, che comporta un investimento di 15 milioni di euro, è già realtà nei negozi del marchio di Roma, in via del Corso, di Milano, in corso Vittorio Emanuele, di Londra, di Toronto e di Kuala Lumpur. Entro fine anno saranno 30 gli store che saranno rivisti secondo questo concept.

Foto: Geox Facebook

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO