Zanellato ottiene il Leather Standard by Oeko-Tex per Postina Pura

Zanellato ha conseguito la certificazione Leather Standard by Oeko-Tex, l’Associazione internazionale di ricerca e prova nel campo dell’ecologia tessile, fondata nel 1992 e con sede a Zurigo, per la borsa Postina Pura, il pellame che registra la quasi totale assenza di metalli, presentato nel 2015 e punto di arrivo di un percorso del brand. A oggi, quindi, il marchio veneto è il primo nel mondo del fashion alto di gamma ad aver conseguito questo risultato per un accessorio. "Il consumatore ha la garanzia totale di venire a contatto con un accessorio realizzato con i più alti standard di tutela della salute umana", ha sottolineato questa mattina, a Milano, Franco Zanellato che, dal 1999, ossia da quanto ha iniziato a occuparsi dell'azienda di famiglia, ha scelto di investire per arrivare a una produzione ecosostenibile e rispettosa della salute umana, ossia il più naturale possibile.

La concia "metal free" era in fase di brevettazione da oltre un anno.

Zanellato punta a crescere ancora in Italia e all’estero, in particolare consolidando il Giappone e l’Europa

La certificazione Leather Standard by Oeko-Tex, nata il primo aprile, è uno standard per il cuoio e la pelle che monitora circa 300 sostanze e che è in grado di assicurare la quasi totale assenza di metalli. Per ottenere la certificazione della borsa Postina, è stata monitorata sia la pelle con cui è realizzato l'accessorio, sia tutti gli altri componenti, dalla cerniera all'etichetta, dal filo alle chiusure.

La certificazione che non è obbligatoria, ma è volontaria e testimonia, come ha spiegato a FashionUnited, Zanellato, "la volontà dell'azienda di portare avanti non solo una strategia made in Italy, ma di farsi promotrice di una produzione che salvaguradi e tuteli la salute delle clienti. L'investimento in questo tipo di processo, che è stato molto lungo, non ricade sul consumatore finale. Il prezzo della bag Postina Pura, infatti, ammonta a 520 euro, mentre lo stesso modello di borsa realizzata in pellami che non hanno la certificazione Pura, ha un costo di 495 euro.

Nel dettaglio, Pura è "frutto di una lavorazione segreta, conciata secondo una tecnica innovativa, dove la presenza di metalli è 1000 volte più bassa rispetto agli standard, consentendo un ambiente di lavoro più salubre e proponendo al cliente un prodotto finito frutto di un percorso d’eccellenza, totalmente enviromentally friendly", ha aggiunto Zanellato. Sta di fatto che il marchio si è sottoposto all'esame per rientrare nei parametri più stringenti della classificazione. Generalmente gli accessori che non stanno a diretto contatto con la pelle sono nella classe tre, ma Zanellato ha chiesto di essere testata per rientrare nella classe due, ossia quella dei capi a diretto contatto con la pelle (la classe uno è quella dei prodotti per bambini). La certificazione è stata rilasciata da Centrocot, di Busto Arsizio, laboratorio che dal 1994 a oggi ha rilasciato 13212 certificati Standard 100 by Oeko-Tex, di cui 835 nell'anno 2016. Come sottolineato, questo tipo di certificazione per la pelle è nata solo da un paio di mesi e Zanellato è la prima azienda a livello internazionale che l'ha ottenuta per un prodotto finito.

L'azienda vicentina ha chiuso il 2016 con un fatturato di 11 milioni di euro e un +20 percento rispetto all’anno precedente. Il 2017 dovrebbe registrare una progressione del 20 percento circa. Il brand punta a crescere ancora in Italia e all’estero, in particolare consolidando il Giappone e l’Europa, anche in virtù della nuova certificazione visto che i clienti dei Paesi esteri sono più sensibili alle questioni ambientali. "Ma devo dire che anche in Italia sta aumentando questa sensibilità da parte dei clienti", ha sottolineato Franco Zanellato. Il brand ha tenuto a battesimo un anno fa una boutique in a Milano, in via Bagutta.

Foto: Zanellato press office
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO