Brioni sceglie Nina-Maria Nitsche come nuovo direttore creativo

Ancora giri di poltrone alla direzione creativa delle griffe. Oggi tocca a Brioni, griffe menswear che fa capo a Kering, annunciare la nuova direttrice creativa: Nina-Maria Nitsche. La stilista è operativa da oggi. Nina-Maria Nitsche avrà la responsabilità delle collezioni e dell'immagine del marchio.

Nina-Maria Nitsche era in forze da Maison Martin Margiela dal 1989.

La designer prende così il posto lasciato vacante da Justin O’Shea, che ha lasciato l'incarico lo scorso ottobre.

Nina-Maria Nitsche è alla guida creativa di Brioni da oggi, 15 giugno h2>

"Sono molto felice di dare il benvenuto a Nina-Maria Nitsche nella maison Brioni. Dalla prima volta che l'ho incontrata, nel 1996, sono rimasto colpito dal suo approccio creativo, sia nella definizione di un concept chiaro, sia nella trasformazione di questo in un prodotto che è in sintonia con il cliente", ha detto Fabrizio Malverdi, ceo di Brioni.

Malverdi è il ceo di Brioni, dal 18 aprile. Il manager riporta a Jean-François Palus, managing director del gruppo Kering. Malverdi ha maturato esperienza in marchi del lusso come Dior Homme, Givenchy e John Galliano. Dal 2016 ha ricoperto la posizione di Agent Provocateur.

"Sono onorata di collaborare con la maison Brioni. Grazie alla sua lunga esperienza sartoriale Brioni ha il potenziale per ridefinire la sua posizione di unico luxury brand. La filosofia della maison è di avere un approccio pionieristico al menswear. Il mio compito è di rinforzare e rinvigorire la sua lunga tradizione".

Fondata a Roma nel 1945, Brioni fa capo a Kering, assieme a molti altri marchi come Gucci, Bottega Veneta, Saint Laurent, Alexander McQueen, Balenciaga, Brioni, Christopher Kane, McQ, Stella McCartney, Tomas Maier, Boucheron, Dodo, Girard-Perregaux, Pomellato, Qeelin e Ulysse Nardin.

Foto: Brioni website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO