Massimiliano Giornetti lascia Salvatore Ferragamo

Massimiliano Giornetti ha lasciato il ruolo di direttore creativo di Salvatore Ferragamo, dove era entrato nel 2000 come designer dell'abbigliamento uomo.

"L'azienda ha scoperto e sostenuto tanti giovani talenti e oggi può contare su un eccellente team creativo interno", ha detto il ceo Michele Norsa.

Il gruppo Ferragamo ha ringraziato Giornetti per il suo impegno e per la lunga collaborazione. "Coglieremo questa opportunità per rivisitare il nostro approccio alla creatività", ha spiegato Michele Norsa, amministratore delegato del gruppo, in una nota. "Negli anni l'azienda ha scoperto e sostenuto tanti giovani talenti e oggi può contare su un eccellente team creativo interno".

L'azienda ha archiviato il 2015 con ricavi pari a 1,43 miliardi di euro, in aumento del 7,4 percento a tassi di cambio correnti rispetto agli 1,33 miliardi registrati nell’esercizio precedenti.

Massimiliano Giornetti lascia Salvatore Ferragamo

Il margine operativo lordo è aumentato dell' 11 percento, passando da 293 milioni a 324 milioni, arrivando ad avere un peso del 22,7 percento. Il risultato operativo è cresciuto dai 245 milioni del 2014 ai 265 milioni del 2015 (+8 percento). L'utile netto del gruppo è risultato pari a 173 milioni, rispetto ai 157 milioni del 2014, con un incremento del 10 percento.

L'azienda, presieduta da Ferruccio Ferragamo, ha sottolineato che l'area Asia Pacifico si riconferma il primo mercato in termini di ricavi per il gruppo, con un fatturato che rappresenta il 36 percento del totale, in crescita del 4 percento. L'area Europa ha registrato nel corso del 2015 una crescita dei ricavi del 7 percento. L'area del Nord America, penalizzata dalla forza della valuta e dalla diminuzione dei flussi turistici negli Stati Uniti, ha registrato nell'esercizio 2015 un incremento del 9 percento (-2 percento a cambi costanti) rispetto allo stesso periodo del 2014 e dell'8 percento nel quarto trimestre 2015. Il mercato giapponese ha mostrato un incremento pari al 14 percento grazie anche al notevole afflusso di viaggiatori cinesi nell'area.

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO