• Home
  • News
  • Retail
  • Accordo tra Ebay e Confcommercio per portare i negozi online

Accordo tra Ebay e Confcommercio per portare i negozi online

Scritto da Isabella Naef

10 dic 2020

Retail

Ebay e Confcommercio lanciano un progetto per supportare i piccoli negozianti dei borghi italiani e aiutarli a cogliere le opportunità che il commercio online può offrire. Si tratta di un’iniziativa che punta a fornire nuovi strumenti alle imprese locali e a gettare le basi per pensare a un modello di “borgo del futuro” dove tradizione e innovazione si integrano.

Un corso dedicato alle piccole e medie imprese per aiutarle ad aprire un negozio online. Borgo San Lorenzo, Sansepolcro e Norcia i primi borghi coinvolti

Come spiega una nota, la più grande rappresentanza d’impresa in Italia e il marketplace hanno offerto un corso di 24 ore di formazione a 36 imprese provenienti dai primi tre borghi che hanno già aderito al progetto: Borgo San Lorenzo in provincia di Firenze, Sansepolcro, in provincia di Arezzo e Norcia-Valnerina in provincia di Perugia ai negozi che operano in diverse categorie: dall’artigianato alle eccellenze gastronomiche locali, dall’abbigliamento all’oreficeria.

Nel dettaglio, i negozianti dei borghi saranno ospitati in una pagina all’interno del sito dell'etailer che sarà arricchita da imprese di altri borghi che si aggiungeranno nel 2021, una vetrina dedicata dove è possibile scoprire di più sui loro territori e le loro storie, oltre ad accedere direttamente ai negozi online e alla loro offerta di prodotti.

"La rivoluzione digitale contiene delle opportunità straordinarie, una rivoluzione che sta cambiando le nostre vite e sta cambiando anche il volto del commercio tradizionale. Certamente il commercio tradizionale è stato messo anche in grave difficoltà, ma nello stesso tempo il mondo di Internet apre nuovi scenari e nuove prospettive per tutto il mondo del terziario, dal piccolo esercizio commerciale alla grande struttura distributiva. E l’obiettivo della collaborazione tra Confcommercio ed eBay è proprio quello di aiutare le imprese a trovare nell’evoluzione digitale e nella vendita online un nuovo impulso alla propria attività, investendo in formazione e informazione per trasformare una possibile criticità in una nuova opportunità di sbocco, ma senza perdere la loro dimensione fisica e la presenza sul territorio", ha sottolineato il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli.

Grazie a questa partnership, i negozi partecipanti avranno accesso a un bacino di oltre 183 milioni di acquirenti a livello globale su eBay, di cui oltre 5,5 milioni in Italia (dato aggiornato a dicembre 2019), unendosi alle migliaia di imprese italiane che già operano ed esportano in tutto il mondo attraverso il marketplace.

Dal 2008 al 2019 si è registrata una diminuzione del 14,3 per cento di negozi con sede fissa nei centri storici italiani

Obiettivo del progetto è di aiutare le imprese dei borghi per far sì che possano mantenere viva la loro dimensione fisica, così importante non solo dal punto di vista economico ma anche sociale. Secondo un’analisi dell’Ufficio Studi Confcommercio, dal 2008 al 2019 si è registrata una diminuzione del 14,3 per cento di negozi con sede fissa nei centri storici italiani, con una correlazione tra deterioramento del tessuto commerciale e disagio sociale. L’online può quindi rappresentare una risorsa addizionale per aiutare i negozi di prossimità a superare questa difficile fase economica.

"Il progetto Borghi digitali di eBay e Confcommercio nasce dalla volontà di offrire alle attività di questi territori la possibilità di far conoscere le loro eccellenze, in Italia e nel mondo, attraverso le opportunità offerte dall‘ecommerce, aiutandole al tempo stesso a rafforzare la loro dimensione fisica", ha detto Alice Acciarri, general manager di eBay in Italia e Spagna. "Il commercio online ha un grande potenziale che le aziende italiane devono cogliere ora più che mai per andare oltre i confini locali. Affiancare un canale digitale al negozio fisico permette infatti alle imprese non solo di moltiplicare le loro possibilità di crescita ma anche di rafforzare la loro presenza sul territorio, tenendo vive le tradizioni che i nostri borghi custodiscono. Il borgo del futuro sarà quindi uno splendido intreccio tra eccellenza italiana e innovazione digitale".

Molte tra le 37 aziende partecipanti hanno un forte legame con il territorio.

Foto: Pexels