Al via domani i saldi invernali

Partono domani, giovedì 5 gennaio, i saldi invernali 2017. Come ogni anno milioni di italiani ne approfitteranno per fare acquisti a prezzi più convenienti.

Se le date di inizio dei saldi coincidono quasi per tutte le regioni, la chiusura della stagione degli sconti differisce di qualche giorno a seconda del territorio. In Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Sardegna, Toscana e Umbria, per esempio, i saldi termineranno il 5 marzo. In Basilicata il 2 marzo, in Calabria il 28 febbraio, in Campania il 2 aprile.

I saldi termineranno con calendari diversi a seconda della Regione

In Friuli Venezia Giulia il 31 marzo, in Lazio il 15 febbraio. In Liguria il 18 febbraio e nelle Marche il primo marzo. In Piemonte cominceranno il 5 gennaio e termineranno il 28 febbraio, come in Puglia. In Sicilia la stagione degli sconti si chiuderà il 15 marzo. In Trentino Alto Adige, invece, è previsto inizio e fine a discrezione dei commercianti con durata di 60 giorni per la provincia di Trento, mentre a Bolzano, Merano, Burgraviato, Valle Isarco, Val Pusteria, Val Venosta inizieranno il 5 gennaio e finiranno il 18 febbraio. Tires, Castelrotto, Ortisei, Santa Cristina, Selva Gardena, Renon, Sesto, Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia, Corvara inizieranno il 11 febbraio e finiranno il 25 marzo. Per Resia, Stelvio, Maso Corto, San Valentino alla Muta la data d’inizio è il 25 febbraio e il termine l’8 aprile. In Valle d’Aosta il via ai saldi è in agenda il 5 gennaio e la fine è prevista per il 31 marzo.

Infine, la stagione degli sconti in Veneto va dal 5 gennaio, al 28 febbraio.

Le associazioni dei consumatori, come di consueto, hanno stilato dei vademecum per gli acquisti sicuri. Adiconsum, per esempio, invita i consumatori a verificare che sull'oggetto in saldo ci sia sempre riportato il prezzo d'origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale. Tra gli altri consigli quello di diffidare di sconti superiori al 50-60 per cento perché potrebbero nascondere merce non proprio nuova e di fare attenzione all'eventuale presenza di merce venduta a prezzo pieno insieme alla merce in sconto. Le associazioni hanno anche sottolineato che nel periodo dei saldi i negozianti che normalmente accettano pagamenti con bancomat o carte di credito ed espongono il relativo logo sono tenuti ad accettare i pagamenti elettronici.

Foto: Pexels
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO