Confcommercio: turismo e shopping binomio stretto

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano, elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l'Istituto Piepoli, a febbraio è restato fermo a 60 punti.

Il turismo culturale e dei luoghi d'arte rimane l'elemento che trascina il settore, ma anche lo shopping tourism acquista sempre maggiore rilevanza, come riportato da Confcommercio.

Nel dettaglio, l'indice di fiducia del viaggiatore italiano, ha registrato nel mese di febbraio del 2018 un valore pari a 60 punti, stabile rispetto al mese precedente, nonostante l'incertezza politica abbia certamente avuto un impatto sull'indice stesso.

Per Confcommercio, quindi, il turismo rimane, comunque, anche in questo inizio del 2018, un driver della crescita economica italiana che ha registrato un aumento del prodotto interno lordo nel 2017 pari all'1,5 per cento, in crescita rispetto agli anni precedenti.

Secondo Confcommercio, gli italiani rimangono relativamente ottimisti sulla situazione economica personale, dato che il saldo tra ottimisti e pessimisti ritorna a essere positivo, anche se solo di due punti percentuali.

L'Italia si conferma la meta preferita di otto italiani su dieci e per i prossimi mesi sono in cima alle preferenze dei viaggiatori regioni come Toscana, Lombardia e Lazio, seguiti da Trentino Alto Adige, Veneto e Puglia.

Confcommercio-Imprese per l'Italia, Confederazione generale italiana delle Imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo, è la più grande rappresentanza d'impresa in Italia, associando oltre 700.000 imprese.

Foto: Confcommercio website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO