Dentro ai pop-up "House of Genius" di Moncler

Moncler ha lanciato una serie di pop-up per "House of Genius" a Milano, Parigi e Tokyo, come parte della sua strategia mirata a spingersi oltre i confini dell'esperienza di vendita al dettaglio innovativa del cliente, fondendo “offline e online, unità e molteplicità”.

I pop-up temporanei saranno aperti fino alla fine di gennaio 2020 e ogni città presenterà una serie di eventi dal vivo e sessioni creative in loco con artisti internazionali.

I negozi venderanno tutte le linee Moncler Genius a partire dall'inizio dell'anno con pezzi esclusivi della Moncler House of Genius. Successivamente saranno aggiunte le nuove collezioni del marchio lanciate nel corso dei prossimi mesi.

Dentro ai pop-up "House of Genius" di Moncler

Ogni negozio avrà pezzi speciali studiati per la città prescelta, articoli in edizione limitata, tra cui abbigliamento e accessori tecnologici con i dettagli della città a cui sono dedicati.

Le magliette sono state progettate da un elenco di designer composto da Pierpaolo Piccioli, Richard Quinn, Simone Rocha, Craig Green e Francesco Ragazzi. Questi pezzi saranno venduti tramite un distributore automatico, con anche una gamma di borse in tela. Moncler afferma che "prodotti inaspettati", selezionati dai designer saranno disponibili anche nei negozi.

I pop-up, posti in Galleria Vittorio Emanuele II, a Milano, sugli Champs-Élysées a Parigi e Jingumae, Shibuya a Tokyo, servono anche come "spazi interattivi" per le città, che diventano così "hub per la creatività, apprendimento e scambio culturale", ha sottilineato, in una nota, Moncler.

Dentro ai pop-up "House of Genius" di Moncler

Moncler apre pop-up a Milano, Parigi e Tokyo

La Moncler House of Genius, sotto la direzione artistica di Francesco Ragazzi, è uno spazio commerciale pensato come galleria d'arte dove le opere vengono continuamente installate e aggiornate. L'idea è di creare uno "spazio che è modellato senza forma, progettato per fornire un'esperienza immersiva in continua evoluzione, con un potenziale illimitato ”, ha aggiunto, nella nota, il marchio.

“Sono spazi creati per incontrare pensatori, artisti, designer e per connettersi a Moncler attraverso un programma dal vivo unico."

Ciò includerà anche un calendario di programmazione culturale, pensato per “rafforzare i colpi di genio coltivando la creatività nella comunità locale", con lezioni creative, seminari di progettazione floreale, conferenze, spettacoli artistici ed eventi musicali dal vivo.

A Milano, il pop-up ha ospitato una performance artistica dell'artista Vanessa Beecroft, durante la quale Beecroft ha creato una "immagine vivente" di fronte alla cornice della Galleria Vittorio Emanuele, con modelli e ballerini. Ogni ballerino indossava giacche vintage Moncler che, come spiegato da Beecroft, rappresentavano "ricordo autobiografico del marchio” dell’artista e illustravano il suo punto di vista su identità, desiderio e moda.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su FashionUnited.uk e poi tradotto per FashionUnited.it.

Scorri ulteriormente per vedere le immagini dei pop-up Moncler

Dentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di MonclerDentro ai pop-up "House of Genius" di Moncler

Immagini di 'House of Genius' a Milano: per gentile concessione di Moncler

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su FashionUnited.uk e poi tradotto per FashionUnited.it

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO