• Home
  • News
  • Retail
  • Dopo il "made in Italy" Amazon apre lo shop "made in France"

Dopo il "made in Italy" Amazon apre lo shop "made in France"

Scritto da Isabella Naef

12 ott 2021

Retail

Amazon media centre

Due novità in casa Amazon che puntano a favorire il commercio locale e la sostenibilità. Spesso additato per il suo contributo alla distruzione del commercio locale, il gigante di Seattle, fondato da Jeff Bezos nel 1994, oltre a ribadire regolarmente che promuove le piccole e medie imprese che vendono i loro prodotti attraverso l’azienda Usa, ieri ha annunciato l’apertura di un negozio sulla sua piattaforma interamente dedicato ai prodotti made in France. Questo negozio, a cui si può accedere dalla homepage del sito, comprende 230.000 riferimenti di prodotti, tutte le categorie messe insieme, dall’abbigliamento ai giocattoli, igiene e salute, cucina e casa, alimentari, fai da te, cura dei bambini e cartoleria.

Tra i prodotti tessili in offerta ci sono le calze Dim, la biancheria intima Eminence, le polo Lacoste

Tra i prodotti tessili in offerta ci sono le calze Dim, la biancheria intima Eminence, le polo Lacoste, gli accessori Fashiongen, le calze Monnet e Kindy, e una gamma di t-shirt umoristiche di Carspirit, Luigi Collection e Motard Français.

A fine settembre Agenzia Ice e Amazon hanno confermato l’impegno per la promozione del made in Italy con un nuovo accordo

A fine settembre Agenzia Ice e Amazon hanno confermato l’impegno per la promozione del made in Italy con un nuovo accordo per sostenere le piccole e medie imprese italiane. A partire dal 2019, l’accordo ha interessato più di 1500 piccole e medie imprese italiane. Oltre 100.000 nuovi prodotti a disposizione dei clienti di Amazon in tutto il mondo per effetto dell’intesa. La vetrina made in Italy di Amazon è da oggi disponibile anche sui siti giapponese e degli Emirati Arabi Uniti del gigante dell’eccomerce.

L’accordo prevede la realizzazione di un piano di promozione e sviluppo per le aziende con prodotti all’interno della vetrina dell’etailer dedicata esclusivamente al made in Italy, nonchè un piano di formazione per la vendita online e attività di marketing che promuovano i prodotti e accrescano le vendite all’estero. In più, le aziende che aderiranno al programma potranno contare sul supporto degli esperti della società Usa in tutte le fasi del loro percorso, tramite una consulenza dedicata con l’obiettivo di facilitare lo sviluppo e la crescita del loro business.

Sempre ieri, inoltre, l’azienda ha annunciato che il programma Climate pledge friendly di Amazon offre ora più di 100.000 prodotti in Europa. “Cinque nuove certificazioni, tra cui quella dell’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, si uniscono al programma in Europa, consentendo così l’aumento del numero di prodotti disponibili, che arriva a 200.000 a livello globale”, si legge in un comunicato.

Insomma, i clienti possono ora fare acquisti scegliendo da una selezione di oltre 200.000 prodotti Climate pledge friendly, di cui oltre 100.000 disponibili in Europa (Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Spagna). Il programma, che rende più facile per i clienti scoprire e acquistare prodotti più sostenibili, ha aggiunto cinque nuove certificazioni europee che aiutano a salvaguardare l’ambiente: Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica (Aiab), Eu Organic, Fair For Life, Natrue e Soil Association Certification, portando a 31 il numero totale di certificazioni del programma in Europa. Questo include 30 certificazioni di terze parti, in aggiunta alla certificazione di Amazon Compact by Design, che identifica i prodotti che, pur non avendo necessariamente un aspetto molto diverso dagli altri, hanno un design più efficiente.

Le nuove certificazioni permettono ai clienti di Amazon di trovare più facilmente e acquistare prodotti che soddisfino gli standard di sostenibilità per garantire la salvaguardia dell’ambiente.

Fair for Life, solo per citarne una, certifica i prodotti del commercio equosolidale lungo l’intera filiera, assicurando che i diritti umani siano salvaguardati, che i lavoratori godano di buone ed eque condizioni di lavoro e che i piccoli agricoltori ricevano una quota equa.

“Siamo lieti di espandere il nostro programma Climate pledge friendly a più di 100.000 prodotti in Europa con queste nuove certificazioni di terze parti. Climate Pledge Friendly è stato progettato come un modo semplice per i nostri clienti di acquistare prodotti più sostenibili e costituisce una parte importante del nostro impegno a costruire un business sostenibile per i nostri dipendenti, per i clienti e per le comunità. Queste nuove certificazioni di sostenibilità forniscono ancora più scelta per i nostri clienti e siamo lieti di averne una serie così diversificata e autorevole”, ha affermato Zak Watts, Amazon director of sustainability in Europa.