Giugno: un mese positivo per le vendite retail in Europa e in Italia

Buone notizie per le vendite al dettaglio, sia a livello italiano, sia europeo. Secondo i dati Eurostat, a giugno le vendite sono aumentate dell'1,1 per cento in volume, rispetto a maggio (area Ea19) e dell'1,2 per cento nell'area Ea28. L'ufficio statistico europeo, a maggio, segnalava una flessione dello 0.6 per cento nell'area Ea19 e dello 0,7 per cento nella Ea28.

Nel dettaglio, a giugno 2019, rispetto a maggio 2019, il volume delle vendite nell'area Ea19, ha segnato un +1,6 per cento per il carburante e dell'1,2 per cento per alimentari e tabacco e dell'1,1 per cento per il settore non alimentare.

In volume le crescite più consistenti sono state registrate in Croazia, in Germania, in Polonia.

In volume le crescite più consistenti sono state registrate in Croazia, in Germania, in Polonia

L'Italia fa parte dell'area Ea19 con Belgio, Germania, Estonia, Irlanda, Grecia, Spagna, Francia, Cipro, Latvia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Austria, Portogallo, Slovenia, Slovacchia e Finlandia.

Anche in Italia il mese di giugno è stato positivo per il mercato retail. Secondo le stime Istat, infatti, è stato registrato un aumento dell'1,9 per cento in valore e del 2 per cento in volume rispetto al mese precedente. Su base annua, la crescita è dell'1,3 per cento in valore e dell'1,5 per cento in volume.

Sono risultate in crescita sia le vendite dei beni alimentari (+1,6 per cento in valore e in volume) sia quelle dei beni non alimentari (+2 per cento in valore e +2,3 per cento in volume). Su base annua, è stato messo a segno un aumento dell'1,3 per cento in valore e dell'1,5 per cento in volume.

In crescita maggiore le vendite dei beni non alimentari (+1,9 per cento in valore e +2,7 per cento in volume), mentre quelle dei beni alimentari aumentano in modo più contenuto (+0,6 per cento in valore e +0,2 per cento in volume).

Nel secondo trimestre dell'anno, rispetto al trimestre precedente, le vendite sono aumentare dello 0,1 per cento sia in valore sia in volume.

Sono risultate in crescita le vendite dei beni alimentari (+0,5 per cento in valore e in volume) mentre sono calate le vendite dei prodotti non alimentari (-0,2 per cento in valore e -0,1 per cento in volume).

Foto: Pexels

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO