Global Blue: cresce a doppia cifra il tax free shopping a Roma

Nei primi cinque mesi del 2019, grazie, in particolare, ai tassi di cambio favorevoli per le principali valute, le vendite esentasse in Italia sono cresciute del 13 per cento rispetto allo stesso periodo del 2018, trainate dai turisti cinesi (con un peso del 29 per cento sul totale degli acquisti tax free), russi (12 per cento del totale) e statunitensi (8 per cento). In aumento anche lo scontrino medio dei Globe Shopper, con un rialzo complessivo del 9 per cento, arrivando a 943 euro.

Secondo i dati Global Blue, inoltre, risulta in crescita a doppia cifra il tax free shopping nella capitale.

Roma, in particolare, nel periodo gennaio-maggio 2019 ha registrato un +10 per cento di acquisti tax free rispetto allo stesso periodo di un anno fa e un +8 per cento del valore dello scontrino medio, che ha raggiunto quota 940 euro. A trainare gli acquisti rimangono i cinesi che, con un peso del 27 per cento, sul totale delle vendite nella capitale, detengono anche il primato dello scontrino medio più alto: 1.425 euro.

Seguono, con un peso del 13 per cento sul totale, i turisti russi, che hanno fatto segnare un +25 per cento negli acquisti tax free nei primi cinque mesi del 2019 rispetto al 2018, spendendo in media 734 euro, e gli statunitensi, che, con un peso del 10 per cento sul totale del Tax free shopping a Roma, hanno speso mediamente 1.069 euro.

Dai dati Global Blue su Roma emerge anche un interessante trend dei turisti provenienti dai cosiddetti “Oil countries” (Emirati Arabi Uniti, Qatar, Arabia Saudita e Quwait) e dai globe shopper in arrivo dal Giappone. Infatti, se pur con un peso ridotto sul mercato del tax free shopping della capitale, rispettivamente del 6 per cento e del 7 per cento, queste due nazionalità hanno fatto registrare un incremento delle vendite del 45 per cento e del 31 per cento, con i turisti mediorientali che hanno fatto staccare uno scontrino medio di valore inferiore soltanto a quello dei cinesi, a quota 1.329 euro.

Foto: Pexels

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO