• Home
  • News
  • Retail
  • I negozi di abbigliamento locale hanno beneficiato della riapertura

Retail

I negozi di abbigliamento locale hanno beneficiato della riapertura

Scritto da FashionUnited

9 lug 2020

Il 70 per cento dei consumatori italiani (contro il 61 per cento degli europei) che hanno fatto acquisti durante la pandemia da Covid-19, lo ha fatto nel quartiere, sostenendo così la ripresa a livello locale.

Questo è quanto è emerso da una ricerca Mastercard condotta a livello europeo.

La maggior parte degli italiani, quindi, ha scoperto nuovi negozi e fornitori in cui mai prima del coronavirus ci si era imbattuto (gli italiani al 40 per cento e gli europei al 34 per cento).

Dalla ricerca emerge poi che sia i cittadini italiani (63 per cento), sia quelli europei (65 per cento) sono decisi a mantenere questa abitudine anche in futuro.

Nella fase di ripartenza dell’Italia, secondo la ricerca di Mastercard, sono stati i fruttivendoli, macellerie e panifici i negozi che hanno tratto più beneficio dalla riapertura delle attività commerciali. Seguono poi caffetterie, barbieri e parrucchieri e ristoranti locali.

Al settimo posto della top 10 dei negozi italiani che hanno tratto più beneficio dalla riapertura ci sono i negozi di abbigliamento locali, seguiti da edicole e punti vendita locali, da negozi fai-da-te e alimentari

"L’emergenza coronavirus ha rivoluzionato completamente il nostro modo di vivere, così come le nostre abitudini di consumo. Infatti, oltre a un aumento dello shopping online, abbiamo assistito a un’attenzione crescente rivolta nei confronti dei piccoli commercianti locali", ha sottolineato Michele Centemero, country manager Italia Mastercard.

Foto: Pexels