Isaia apre il suo primo monomarca a Londra

L'etichetta napoletana di abbigliamento di lusso maschile, Isaia, ha tenuto a battesimo il suo primo flagship store a Londra.

Il negozio si trova al 45 di Conduit street, nel quartiere di Mayfair nel cuore del West End londinese. Qesto monomarca segna il debutto del brand nel Regno Unito dopo le aperture internazionali in Europa, Asia e Stati Uniti.

"La prima volta che ho visitato Londra era il 1976, avevo 13 anni, me ne innamorai a prima vista", sottolinea, in una nota, Gianluca Isaia, oggi presidente e ceo dell’azienda di famiglia, giunta alla terza generazione. "Ricordo che era un’estate caldissima, la più calda di cui si aveva memoria negli ultimi anni e pensai di aver portato un po’ di sole e di calore dalla mia amata città, Napoli. Londra è sicuramente una delle più grandi capitali internazionali", ha aggiunto il ceo.

Il negozio è stato costruito su progetto dello studio Ferrari Architetti e arredato con il contributo dell’interior designer Alberta Saladino Di Palma, che ha integrato forme esistenti e più contemporanee ad arredi tradizionali, la maggior parte dei quali originali di Napoli.

Lo spazio, di oltre 450 metri quadrati, richiama il concept di tutti i negozi Isaia in particolare del primo, la boutique di Milano, creato dall’archistar inglese James Irvine.

L'azienda napoletana di abbigliamento maschile nasce a Napoli negli anni Venti grazie all’intuizione di Enrico Isaia, capostipite dell’omonima famiglia, che apre un negozio di tessuti. Negli anni successivi Enrico fa allestire accanto al negozio un laboratorio di piccole dimensioni, dove abili artigiani confezionano abiti da uomo su misura. Nel 1957 i fratelli Enrico, Rosario e Corrado Isaia trasferiscono l’attività a Casalnuovo un paese alle porte di Napoli dove la metà degli abitanti sono sarti di professione. Nel giro di un decennio Isaia diventa una vera e propria azienda sartoriale.

Nei primi anni Ottanta, con l’affermazione del marchio e di nuove e più aggressive strategie commerciali, inizia un processo di industrializzazione e internazionalizzazione che porta alla distribuzione del prodotto anche all’estero: Europa, Giappone, Cina e America.

Il marchio conta 15 monomarca: Baku, Beijing, Capri, Ekaterinburg, Hong Kong, Kiev, Los Angeles, Milano, Mosca, New York, Roma, San Pietroburgo, San Francisco, Tokyo, Ulaanbaatar.

Foto: Isaia
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO