(annuncio pubblicitario)
(annuncio pubblicitario)
Shopping tourism non solo nelle grandi città

Favorire un maggior dialogo tra pubblico e privato e la nascita di nuove collaborazioni tra operatori del turismo e del retail, per aumentare l’arrivo di turisti che vogliono trascorrere esperienze all’insegna dello shopping. Questo uno dei punti chiave emersi nel corso di Shopping tourism. Il forum italiano, il primo appuntamento dedicato al fenomeno in Italia che si è svolto la settimana scorsa a Roma.

Il forum, che nel 2018 si svolgerà a Firenze, ha posto l'accento sulla necessità di valorizzare le peculiarità dei singoli territori nei confronti di alcuni mercati strategici primo tra tutti quello cinese.

Il forum, che si è svolto presso la sede di Confcommercio e a cui hanno partecipato circa 200 delegati, punta a diventare l’appuntamento annuale di riferimento per tutti i soggetti che, a vario titolo, sono interessati al fenomeno e vogliono conoscerne caratteristiche, dinamiche e prospettive future.

“E’ la prima volta", ha affermato Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, "che così tanti protagonisti dello shopping tourism si sono ritrovati insieme per discutere del fenomeno, confrontandosi e mettendo a fattor comune le proprie esperienze e i rispettivi punti di vista. Come ideatori e organizzatori del forum non possiamo che essere soddisfatti del livello di partecipazione ottenuta e della pluralità di voci che hanno arricchito il dibattito su questo comparto”.

Clara Petrone, regional marketing operations manager McArthurGlen, ha sottolineato come la promozione dello shopping tourism non debba riguardare solo le grandi città, ma debba coinvolgere l’intero territorio nazionale e come un’attenzione da parte delle istituzioni governative su questo segmento dell’industria turistica porterebbe grandissimi vantaggi che avrebbero ricadute importanti sul Pil e su tutto l’indotto.

Stefano Rizzi, country manager Global Blue Italia, ha invece evidenziato come il tax free shopping rappresenti la leva fondamentale per lo sviluppo del turismo extra-Ue e, più in generale, uno dei driver di crescita dell'economia del turismo in Italia.

Foto: Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, credit: Risposte Turismo press office