Splio, software house internazionale specializzata nella customer experience, ha tracciato un bilancio dell’andamento del Black Friday in Europa, estrapolando i dati relativi a 300 retailer clienti della sua marketing platform, relativamente al mese di novembre negli anni 2014, 2015, 2016, 2017.

"In Europa non si celebra il Ringraziamento, e nemmeno è festivo il giorno successivo, ma i retailer sono riusciti a creare dal nulla una nuova stagione di saldi, cogliendo l’opportunità regalata da questa festività con la promessa di offrire un nuovo tipo di customer experience", ha spiegato il management di Splio in un comunicato stampa.

Nel dettaglio, su un panel di 300 retailer, clienti Splio, nel 2014 solo il 17 percento di loro aveva incluso il Black Friday nel proprio calendario stagionale, nel 2015 il 30 percento e nel 2016 il 50 percento. I cinque settori più coinvolti sono abbigliamento fast fashion (34 percento), servizi e turismo (10 percento), cosmetica e benessere (l’8 percento).

Inoltre, secondo la società esperta di customer experience, nelle campagne di marketing, i riferimenti al Black Friday eclissano il Cyber Monday (88 percento contro 12 percento).

Le campagne di marketing, chiaramente, puntano a generare traffico sia online sia in store, con la promessa di offrire ai clienti una nuova esperienza, diversa da quella del più lungo periodo di saldi, in arrivo a inizio 2018. Le campagne sono partite a pieno ritmo dal 20 novembre, una settimana prima del Black Friday, e hanno registrato un buon tasso d’apertura, attorno al 27 percento, che dimostra l’interesse dei consumatori nei confronti di questo evento.

E' il desktop a farla ancora da padrone ma, dal 2014, il mobile è in crescita strepitosa in Italia (193 percento), seguita dalla Francia (57 percento).

Il management di Splio, spiega il comunicato, "ha notato una crescita significativa di comunicazione via sms, il 300 percento dal 2014 su questo canale, solitamente utilizzato per accrescere la loyalty e la proximity dei clienti".

In Francia e Spagna gli esercenti hanno impostato con entusiasmo la comunicazione sul Black Friday, mentre l’Italia è restata indietro.

In Italia bisogna ancora lavorare sull’idea che il mese di novembre possa essere il momento perfetto per mostrare la brand strategy e offrire nuove esperienze d’acquisto, spiega il management in una nota.

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO