Tax free shooping: un prodotto su tre è acquistato dai cinesi

Secondo i dati di Planet, un prodotto tax free su tre è acquistato da turisti cinesi. Da inizio anno le vendite stanno registrando una crescita del 6 per cento. Numeri alla mano, inoltre, il 93 per cento dei turisti cinesi sarebbe disposto a spendere di più se i pagamenti via smartphone fossero più facili e diffusi.

Secondo i dati Planet, azienda attiva nei servizi di rimborso iva e pagamenti internazionali, da inizio anno, le vendite ai turisti dalla Cina hanno toccato una quota di mercato record del 34 per cento. Si tratta di ben 23 punti percentuali in più della seconda nazionalità in classifica. Gli statunitensi sono fermi a un più modesto 11 per cento.

Lo scontrino medio dei turisti cinesi ammonta a 1.089 euro. Fra le principali mete turistiche italiane, Milano domina per volumi di acquisti della clientela cinese, con ben il 34 per cento, seguono Roma e Firenze che si attestano sul 16 per cento, più staccata Venezia al 7 per cento.

“I turisti cinesi che arrivano in Italia vogliono tornare a casa con un pezzo unico della nostra tradizione artigiana. Conoscono alla perfezione i brand più importanti e lo shopping è un momento fondamentale dell’esperienza di viaggio nel nostro paese”, ha sottolineato Sara Bernabè, general manager di Planet in Italia. “Oggi diventa fondamentale che i retailer comprendano che offrire soluzioni di pagamento con cui i viaggiatori hanno maggiore dimestichezza e si sentono di più a loro agio rappresenta un driver importante di crescita delle vendite e parte fondamentale di quella esperienza del lusso che tutto il mondo ci invidia”.

Foto: Pexels

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO