Vendite al dettaglio in calo ma non per gli articoli tessili

Vendite al dettaglio in calo ad agosto dello 0,6 per cento in valore e in volume, rispetto a luglio. Questo quanto rilevato dall'Istat. Su base annua è stato, invece, registrato un aumento dello 0,7 per cento in valore e dello 0,5 per cento in volume.

Sono risultate in flessione sia le vendite dei beni alimentari (-0,9 per cento in valore e -1,0 per cento in volume) sia quelle dei beni non alimentari (-0,3 per cento in valore e -0,4 per cento in volume). Nel trimestre giugno-agosto 2019, rispetto al trimestre precedente, le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,9 per cento in valore e dello 0,8 per cento in volume. Sono in aumento sia le vendite dei beni alimentari (+1,0 per cento in valore e +0,5 per cento in volume), sia quelle dei prodotti non alimentari (+0,9 per cento in valore e +1,0 per cento in volume).

Per quanto riguarda le vendite dei beni non alimentari, sono state registrate variazioni tendenziali eterogenee per i gruppi di prodotti. Gli aumenti maggiori hanno riguardato mobili, articoli tessili, arredamento (+2,6 per cento) e prodotti di profumeria, cura della persona (+2,2 per cento), mentre le flessioni più marcate ci sono state per gli elettrodomestici, la radio, tv e registratori (-1,7 per cento) e cartoleria, libri, giornali e riviste (-1,6 per cento).

Foto: Pexels

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO