Vendite poco dinamiche per le private label donna di Amazon

Anche se Amazon è seconda solo a Walmart come il principale retailer di abbigliamento negli Stati Uniti, stando a un rapporto della società di ricerche Jungle Scout, le sue etichette di abbigliamento a marchio privato non stanno andando bene, specialmente per quanto concerne la moda femminile.

L'abbigliamento rappresenta l'88 percento dei marchi di private label di Amazon, ma rappresenta solo l'1 percento di tutte le vendite di private label. Analizzando 74 private label di Amazon, Jungle Scout ha confermato che l'82 percento dei marchi di abbigliamento femminile vendono meno di 100 articoli al mese. Nove tra i primi 10 marchi di marche private con i risultati peggiori sono quelli donna e girls. Le uniche etichette di moda femminile che vendono bene su Amazon sembrano essere quelle che propongono articoli come abbigliamento intimo e da casa.

Viceversa, i marchi private label menswear di Amazon tendono ad avere una performance tre volte migliore rispetto alla categoria donna

Viceversa, i marchi private label menswear di Amazon tendono ad avere una performance tre volte migliore rispetto alla categoria donna. Ci sono solo 13 marchi privati per l''abbigliamento maschile.

Nonostante il fatto che l'abbigliamento non stia andando bene, i marchi di Amazon hanno un buon rendimento generale. Amazon Basics, il marchio di prodotti per la salute e per la casa Presto, Amazon Essentials, il marchio di abbigliamento Goodthreads e il marchio food Wickedly Prime, hanno dimostrato di essere tra i marchi private label più venduti. Il rapporto di Jungle Scout ha anche rivelato che la maggior parte dei consumatori cerca le private label, dimostrando un forte senso di riconoscimento verso questa categoria.

"Le vendite di abbigliamento, mobili e prodotti di fascia alta sono difficili su Amazon. Crediamo che sia perché si tratta di prodotti da "toccare con mano". Le donne vogliono provare i loro vestiti prima di comprarli. I mobili devono essere visti e toccati", ha affermato il direttore generale e fondatore di Jungle Scout, Greg Mercer, nel rapporto.

Amazon ha reagito lanciando Prime Wardrobe alcuni mesi fa, per consentire ai consumatori di provare gli articoli di abbigliamento prima dell'acquisto. Gli acquirenti scelgono tra tre e otto articoli di abbigliamento o accessori, che vengono poi consegnati a casa loro. In questo modo i clienti hanno una finestra di sette giorni per provare gli abiti e fare una selezione prima di acquistare o rimandare gli articoli indietro.

L'etailer utilizza Prime Wardrobe come strumento per estendere la visibilità sui marchi delle private label donna, tra cui il marchio activewear Core 10, il brand Daily Ritual e l'etichetta di abbigliamento da lavoro Lark & Ro.

Foto: Amazon press centre
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO