Ermenegildo Zegna: Alessandro Sartori nuovo direttore artistico

Ermenegildo Zegna ha annunciato la nomina di Alessandro Sartori a direttore artistico. Si tratta di una nuova posizione, spiega il brand in una nota, "con responsabilità per tutti i marchi e linee Zegna e per tutte le funzioni creative.

Mercoledi la maison Zegna ha annunciato le dimissioni di Stefano Pilati da direttore creativo da direttore creativo. La collezione autunno inverno 2016 presentata da Pilati, a Milano, il 16 gennaio è stata la sua ultima sfilata per il gruppo Zegna.

Sartori entrera' in Zegna a giugno

Risale a un giorno prima, al 2 febbraio, l'addio di Alessandro Sartori alla maison Berluti. Sartori, che ne era direttore artistico, ha lasciato la maison che fa capo a LVMH, dopo una collaborazione di 5 anni.

Nel novembre del 2011 Sartori ha realizzato la prima collezione prêt-à-porter di Berluti. La collezione autunno inverno 2016, che è stata presentata a Parigi il 22 gennaio, presso il Musée des Arts Décoratifs, è stata la sua ultima collezione disegnata per Berluti.

Sartori entrerà in Zegna a giugno e riporterà a Gildo Zegna, amministratore delegato del gruppo. La sua prima stagione sarà l’autunno inverno 2017, che sfilerà a Milano nel gennaio 2017.

"Conosco Alessandro e il suo stile da molti anni e sono entusiasta di poterlo nuovamente accogliere nel gruppo. Il suo talento e la sua creatività, uniti alla passione e alla modernità, ne fanno il candidato perfetto per aiutarci ad aprire una nuova fase nello sviluppo di Zegna", ha sottolineato Gildo Zegna.

"Desidero ringraziare Gildo e tutta la famiglia Zegna per questa opportunità davvero fantastica. Sono cresciuto osservando e ammirando le loro creazioni e i loro valori, autentici e profondi. Sono entusiasta di poter partecipare con tutto il team Zegna alla scrittura di un nuovo capitolo. Non vedo l’ora di entrare nei favolosi archivi di Trivero, incontrare gli artigiani e cominciare a lavorare sulle nuove collezioni", ha aggiunto Alessandro Sartori.

Foto: Alessandro Sartori, by Milan Vukmirovic
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO