(annuncio pubblicitario)
(annuncio pubblicitario)
Il Gufo apre a Mosca e a Kiev

Prosegue l’espansione internazionale del Gufo con l’apertura della prima boutique a Mosca, presso lo storico Petrovski Passage, e a Kiev, all’interno del Mandarin Plaza maison.

Entrambi i punti vendita, attraverso il concept retail delle boutique a gestione diretta, propongono le collezioni bambina e bambino, e un’area progettata per accogliere i corredini per i bebé.

L’ispirazione è nordica, con una predominanza di legno di carpino e rovere. “L’obiettivo era alleggerire i volumi e rendere gli ambienti caldi e accoglienti, quasi domestici”, ha commentato l'amministratore delegato Alessandra Chiavelli. "Le vetrine di entrambe le location sono ampie e trasparenti e lasciano che gli spazi interni esprimano attraverso materiali totalmente naturali, controllati nella loro provenienza e nelle loro finiture prive di colle e sostanze sintetiche, una filosofia che rispecchia i valori del brand dove la natura e il bambino sono posti al centro dell’attenzione".

Foto: Il Gufo press office

Herno apre a San Pietroburgo

Herno apre a San Pietroburgo. Il brand italiano, in partnership con Cashmere e Silk, ha tenuto a battesimo uno spazio di 50 metri quadrati.

Schermi digitali che si connettono al futuro trasmettendo immagini dell’acqua, promemoria del legame e rispetto del territorio e luogo d’origine: il Lago Maggiore.

All'interno dello store sono in vendita le collezioni Herno Uomo e Herno Donna. La collezione Herno Laminar si colloca invece in un suo spazio identificato da una parete speciale in legno total black, appesa con il differente gancio da montagna.

L'azienda è stata fondata circa 70 anni fa ed è oggi guidata dalla seconda generazione, con Claudio Marenzi.

Lo scorso luglio il marchio ha tenuto a battesimo un negozio a New York, nel quartiere di Soho. Lo store occupa una superficie di 160 metri quadrati ed è situato su Greene street, cuore dello shopping nel quartiere Soho.

Foto: Herno
Piquadro apre due nuovi monomarca in Russia

A circa un anno dal rilancio sul mercato russo dopo la riorganizzazione della distribuzione e l’acquisizione di tutti i monomarca nel Paese, Piquadro apre due nuove boutique, una a San Pietroburgo, e la seconda a Voronezh, non lontano dal confine Ucraino.

I punti vendita, entrambi in franchising spiega il management dell’azienda bolognese in una nota, sono all’interno di grandi shopping mall situati in centro città: il Galeria a San Pietroburgo e il Chizhov a Voronezh.

Il marchio di accessori tech-design per business traveller è presente da circa 10 anni in Russia. “Nonostante il difficile contesto, lo scorso anno abbiamo deciso di investire sul mercato russo e la nostra fiducia non è stata tradita”, ha sottolineato Marco Palmieri, presidente e amministratore delegato di Piquadro. “I risultati non hanno tardato ad arrivare grazie anche all’altissima notorietà del marchio e alla sua desiderabilità presso un target di alto profilo. I negozi di proprietà hanno registrato crescite molto significative e siamo fiduciosi che i nuovi punti vendita in franchising possano allinearsi”.

Foto: Piquadro press office
Adidas ha aperto a Milano il più grande store italiano

Adidas ha tenuto a battesimo a Milano, in corso Vittorio Emanuele II, il suo più grande store italiano, nonché il secondo a livello mondiale dopo quello di New York. “Questo negozio è motivo di grande orgoglio per il gruppo. Dopo quello della Grande Mela, è la nostra perla in Europa”, ha detto Cristian Munari, direttore retail operation sud Europa di Adidas.

Il “brand center”, come lo definisce il marchio sportivo, è stato tenuto a battesimo due settimane fa e, si estende su due piani per una superficie di 1.300 metri quadrati.

“Milano è una delle cinque città europee per noi più importanti. Da tempo volevamo esserci, e finalmente ci siamo riusciti in una location di rilievo. Corso Vittorio Emanuele è una via che commercialmente ha un valore incredibile, è strategico essere qui proprio nel cuore della città”.

A tagliare il nastro del negozio è stato l’ex calciatore David Beckham.

Il negozio è caratterizzato da elementi architettonici come le gradinate e i corridoi che conducono i giocatori in campo danno ai clienti proprio l’idea di essere all’interno di uno stadio, non semplicemente di un negozio. Adidas ha replicato a Milano il format di New York.

Foto: Adidas
Sarabanda lancia il nuovo ecommerce

Sarabanda ha lanciato il nuovo ecommerce. Miniconf, società a cui fa capo il brand di abbigliamento bimbo, ha aperto l’ecommerce per la stagione autunno inverno 2017/18. Il sito è una vetrina virtuale completa di tutti i prodotti Sarabanda e Minibanda.

Oltre al lancio dell’ecommerce, il marchio ha messo a punto un restyling completo del blog dove attualmente intervengono, con articoli dedicati a moda, lifestyle e beauty, mamme blogger tra cui Ilaria Di Vaio di Crumbs of Life e Federica Piccinini di Sweet as a Candy. Un’altra novità del nuovo eshop è l'area dedicata Sarabanda Club, una sezione “premium” riservata ai clienti in possesso della fidelity card o del codice Sarabanda Club, codice dato ai clienti dai negozi multibrand aderenti al progetto.

Miniconf è un’azienda specializzata nell’abbigliamento bambino, fondata nel 1973, in provincia di Arezzo da Giovanni Basagni, attuale presidente e direttore generale. Nel portfolio dell’azienda, che ha archiviato il 2016 con un fatturato che si attesta attorno ai 76,7 milioni di euro, sono oltre 50 i monomarca in Italia, circa 70 negozi e shop in shop all'estero.

Foto: Miniconf press office
Clergerie apre in rue Saint-Honoré a Parigi

Clergerie ha aperto una nuova boutique nel cuore di Parigi al numero 326 di rue Saint-Honoré. Il negozio è caratterizzato da un nuovo retail concept animato da colori a contrasto, elementi architettonici d’impatto e un inusuale mix di materiali che creano uno spazio intimo per i clienti.

Il marchio terrà a battesimo a breve, anche una nuova boutique in Madison avenue, a New York.

Per inaugurare la boutique l’etichetta lancerà la nuova collezione 326, una preview della collezione primavera estate 2018, in parte disegnata dal nuovo direttore creativo David Tourniaire-Beauciel. La collezione 326 sarà composta da una nuova sneaker, proposta in 3 varianti, che combinano elementi identificativi di Clergerie, come la rafia naturale, con tecniche moderne di fabbricazione. Il modello in pelle argento e lycra blu sarà venduto esclusivamente nella boutique di Saint-Honoré. La collezione 326 è disponibile nel nuovo negozio e sul sito del marchio.

“Questa apertura rappresenta per noi uno step significativo, perché si trova in una delle migliori location di Parigi e offre al brand una visibilità internazionale”, ha commentato Perry Oosting, ceo di Clergerie.

Il marchio, che fa capo a First Heritage Brands, ha un network di 15 boutique in Francia, Londra, Usa, Madrid e Ginevra.

Foto: Clergerie
Louis Vuitton prende posto in place Vendôme

Domani, 4 ottobre, la celebre griffe del lusso debutta in place Vendôme. L'etichetta apre le porte della sua nuova maison al numero 2 della piazza, in due spettacolari palazzi costruiti nel 1714: l’Hôtel Baudet de Morlet e l’Hôtel Heuzé de Vologer. In questa sede si troveranno accessori da viaggio e bagagli, ready-to-wear (uomo e donna), gioielli, orologi, pelletteria, scarpe, profumi, accessori e i laboratori: tutte le conoscenze raccolte in un unico luogo, aperti al pubblico il martedì.

Louis Vuitton Vendôme ospita anche due laboratori

La griffe ha realizzato la sede con l'obiettivo di far sapere che non ha più un serio concorrente a livello di gloria e di prestigio. Per sostenere tutto ciò ha scelto simboli suggestivi: il Palazzo di Versailles (progettato e costruito, come i palazzi sontuosi di Place Vendôme, da Jules Hardouin-Mansard) e il Re Sole. Insomma, il messaggio è chiaro: se Versailles doveva essere la culla del lusso alla francese, un epicentro da cui si irradiava l'artigianato e il know how francese nel mondo, ora, Place Vendôme è il cuore del lusso moderno. Il tutto, quindi, in una combinazione di tradizione e modernità.

Peter Marino, architetto che si è occuoato dei lavori, ha riportato i palazzi alla maestosità di un tempo: con i soffitti alla altezza originale (quasi cinque metri al primo piano) e la facciata, opera di Jules Hardouin-Mansart, è stata restaurata con estrema cura. Rivestimenti artigianali, parquet di Versailles riccamente lavorati, pavimenti in pietra chiara danno a ciascuno dei quattro piani un carattere particolare.

Louis Vuitton prende posto in place Vendôme

La luce naturale, così caratteristica del luogo, sorge da ogni parte. Il piano terra è dedicato alla pelletteria, accessori, prodotti tessili profumi, orologi, gli articoli di Louis Vuitton per l'uomo sono al piano rialzato disposti su scaffali in pelle imbottita. Al secondo piano, articoli da viaggio, ma anche con gli oggetti Nomads, la collezione di oggetti al viaggio e alla casa. Questo secondo piano ospita anche un appartamento privato in cui gli ospiti possono scoprire le collezioni in maniera riservata.

La Louis Vuitton Vendôme ospita anche due laboratori: un laboratorio di alta gioielleria, discretamente nascosto sotto il cornicione, e un atelier Atelier "Rare & Exceptionnel" laboratorio dove i vip possono scoprire pezzi provenienti da collezioni passate e farle riadattare alle esigenze specifiche dagli artigiani. Gli oggetti della maison verranno visualizzati accanto a una selezione di 33 opere d'arte contemporanea, alcune delle quali progettate esclusivamente per l'occasione. Questi lavori sono firmati dagli artisti Laurent Grasso, Yan Pei Ming, Stephen Sprouse, Serge Alain Nitegeka e Paul Nabulumo Namarinjmak.

Gli storici non mancheranno di specificare che questo è un ritorno al passato visto che il giovane Louis Vuitton aprì il suo primo negozio più di 160 anni fa proprio nelle vicinanze della celebre piazza. Inoltre, al numero 23, il brand aveva già inaugurato qualche anno fa un negozio interamente dedicato a gioielli e orologeria.

Foto: Louis Vuitton
Calvin Klein apre a Shanghai, in Cina e a Düsseldorf

Calvin Klein, Inc., azienda controllata da Pvh Corp. ha annunciato ieri l'apertura di nuovi negozi di lifestyle multi-brand Calvin Klein a Shanghai, in Cina e a Düsseldorf, in Germania.

Nello store di Shanghai, a Raffles City, sono in vendita le collezioni uomo e donna abbigliamento e accessori di Ck Calvin Klein, Calvin Klein Jeans, Calvin Klein Underwear e Calvin Klein performance. Il nuovo negozio a Düsseldorf si trova sul Königsallee boulevard e si estende su tre piani. Offre accessori sportivi e accessori Calvin Klein uomo e donna, Calvin Klein Jeans, Calvin Klein underwear e Calvin Klein swimwear.

Il nuovo concept ha un'estetica minimalista e moderna arricchita da colori e materiali sontuosi, spiega il management della griffe in una nota.

Tende blu cobalto incorniciano l'ingresso, mentre il pavimento è disseminato da tappeti a forma geometrica rosa.

"I nostri nuovi negozi di Shanghai e Düsseldorf rappresentano l'impegno di Calvin Klein orientato al cliente, alla sua consumer experience e all'innovazione tecnologica", ha sottolineato Steve Shiffman, amministratore delegato, Calvin Klein, Inc. "Mentre restiamo concentrati sull'espansione della presenza globale di Calvin Klein puntiamo a portare un'eccellente esperienza di distribuzione ai mercati strategici e alle destinazioni mondiali dello shopping".

Le vendite del marchio sono ammontate a oltre 8 miliardi di dollari nel 2016.

Foto: Il negozio di Shanghai, foto by Andy Shen, dall'ufficio stampa di Calvin Klein
Marina Militare Sportswear lancia il virtual store

Iccab, azienda toscana che grazie a un accordo con la Marina Militare ha l'utilizzo commerciale in esclusiva dei suoi emblemi, stemmi e immagini, e produce e distribuisce il brand di abbigliamento Marina Militare Sportswear, ha annuncia nuovi progetti di espansione per il marchio.

Nel dettaglio, è in agenda il lancio di un progetto di virtual store che interesserà i nuovi monomarca in apertura in tutta la penisola. I nuovi punti vendita Marina Militare e-store si avvarranno dell’uso di tecnologia digitale, trasformando l’area espositiva del negozio in una vetrina virtuale interattiva dove i capi di abbigliamento prendono vita. Un negozio “parlante”, spiega il management di Iccab in una nota, "che racconta, mostra e invita all’acquisto fino a concludere l’ordine, tramite computer, ipad o smartphone. Uno spazio dove ogni parete è una “pagina” fisica del sito".

Grazie alla tecnologia Magic fit, presto disponibile nei nuovi e-store, una volta provato un modello della linea, ogni cliente potrà fotografarsi in camerino e visualizzare l’immagine su maxi-schermo, paragonare diversi look, metterli nella propria wishlist, pubblicarli e condividerli sui social network.

Il primo punto vendita che utilizzerà questa tecnologia aprirà i primi di ottobre all’interno dell’Aeroporto Internazionale Caselle di Torino.

"La grande tradizione del mondo della marina andrà sempre più di pari passo con lo sviluppo di tecnologie all'avanguardia su cui stiamo investendo molto. Crediamo molto in questo progetto Estore che ci porterà ad aprire nel corso dei prossimi anni altri 3/4 negozi a stagione con questo particolare format, privilegiando location all'interno di aeroporti e città strategiche italiane e successivamente anche straniere. La prossima apertura è prevista a Roma, dove siamo già presenti in Galleria Alberto Sordi: entro il 2018 apriremo un secondo store in una via centralissima della capitale romana", ha detto Saverio Panerai, presidente Iccab.

Il brand Marina Militare Sportswear, nato nel 2010, è presente attualmente in Italia con una rete di monomarca (oltre 50 store) e circa 50 punti vendita in negozi multimarca.

Foto: Marina Militare Sportswear, credit press office
Aere-Store apre il primo negozio a Milano

L'etailer aere-store.com ha aperto un negozio su strada a Milano, in va Lanzone. Il negozio è stato inaugurato durante la settimana della moda milanese appena conclusa.

L'etailer, con sede a Milano e online dal 2015, vende abbigliamento e accessori donna di etichette della moda e del lusso indipendenti.

Il nuovo negozio fisico si trova in centro, nel cuore della vecchia Milano e copre una superficie di 40 metri quadrati ed è esposto su strada con due vetrine e sviluppato su due piani.

"Il cliente entrando nel negozio potrà immergersi nel mondo Aeré e scoprire pezzi non convenzionali e avant-garde di maison e stilisti di ricerca, molti dei quali disponibili solo su aere-store.com", ha spiegato il management in una nota. L’estore è stato fondato da Azhar Safinova. Per la prossima stagione saranno disponibili capi di Akira Naka, Asciari Milano, Hugo Matha, Marskin Ryyppy, Saskia Diez, Son Trava.

Foto: Aere-store, dall'ufficio stampa