(annuncio pubblicitario)
Dalle passerelle menswear i colori per l’autunno inverno 2017-18

Il team esperto di passerelle di Trendstop rivela gli ultimi colori che ispireranno e influenzeranno il mercato maschile per la stagione autunno inverno 17-18. Freschi dalle collezioni degli stilisti, gli esperti avvicineranno i lettori di FashionUnited a tre delle sfumature di maggiore tendenza sulle passerelle internazionali. Identificati inizialmente nel Fall/Winter 2017-18 Colour Forecast, questi colori moda sono stati attentamente valutati in base al valore commerciale e alla longevità per aiutare il processo decisionale.

Questa settimana Trendstop svela tre tonalità ispiratrici che influenzeranno l’autunno inverno 2017-18 sia per l’abbigliamento, sia per gli accessori. Purple Cacao aggiunge ricchezza al colore di base con sfumature viola annerite. I toni blu-verde del Toscana Teal aggiungono toni sofisticati, mentre Bluer than Blu aggiunge attenzione alla stagione di colori vibranti di ispirazione atletica.

Purple Cacao

Dalle passerelle menswear i colori per l’autunno inverno 2017-18

I toni marroni cacao sono arricchiti da una iniezione di toni viola anneriti che conferiscono robustezza e profondità alla tavolozza dei colori di base. Le superfici lucide amplificano la qualità dell’abbigliamento in pelle e degli accessori, mentre i pantaloni da jogging rilassato sono resi più sofisticati dai toni corposi che infondono allo stile Athleisure casual un approccio più formale.

Tuscan Teal

Dalle passerelle menswear i colori per l’autunno inverno 2017-18

Prendendo ispirazione dai pigmenti di vernice intensi, i toni verde acqua si mescolano con una vitalità ludica e una ricchezza sofisticata. La profondità dei blu-verdi crea pezzi stile con personalità se accostati a tonalità fredde o scure. Utilizzati in sartoria, i toni incisivi verde acqua aggiornano gli abiti classici e gli stili tradizionali con un appeal d’avanguardia.

Bluer than Blue

Dalle passerelle menswear i colori per l’autunno inverno 2017-18

I colori blu evolvono verso una sfumatura luminosa come le tonalità vivaci tra cobalto e zaffiro. Queste tonalità hanno un impatto forte in coppia con i neri e i neutri. I materiali tecnici offrono la piattaforma ideale per il blues audaci, dando all’abbigliamento e agli accessori una nuova ispirazione estetica e sportiva.

Offerta esclusiva

I lettori di FashionUnited possono ottenere l'accesso gratuito al 17 Menswear Colour on the Catwalks Forecast, con il racconto dei colori principali della stagione utilizzati dai più influenti designer internazionali. Basta cliccare qui per ricevere il rapporto gratuitamente.

Dalle passerelle menswear i colori per l’autunno inverno 2017-18

Trendstop.com è una delle principali agenzie di previsione di tendenza di tutto il mondo per la moda e per i creativi professionisti, conosciuta per la sua analisi approfondita delle tendenze e delle previsioni. I clienti includono H & M, Primark, Forever 21, Zalando, Geox, Evisu, Hugo Boss, L'Oreal e MTV.

Immagini per gentile concessione di Trendstop: Lanvin, Prada, Missoni, Dior Homme, Giulio, Issey Miyake, Balenciaga, Etudes, tutte Autunno Inverno 2017-18

Raf Simons debutta per Calvin Klein

Dopo qualche anticipazione sui social a fine gennaio, Raf Simons, chief creative officer di Calvin Klein, ha presentato venerdì scorso la sfilata autunno inverno 2017 presso l’headquarter della griffe americana, al civico 205 W della 39esima strada, a New York.

La collezione ready-to-wear che segna il debutto di Raf Simons per Calvin Klein, è stata realizzata assieme al direttore creativo del brand, Pieter Mulier, e comprende sia capi da donna, sia da uomo. La collezione è un omaggio all’America. “Riflette l’environment”, ha spiegato Raf Simons. “Tutte queste persone differenti, con stili e dress code diversi. È il futuro, il passato, l’art-déco, la città, l’ovest Americano, tutte queste cose e nessuna di queste cose. Non un’era, non una cosa, non un look. È la combinazione di diversi caratteri e diversi individui, proprio come l’America stessa. È la bellezza e l’emozione unica dell’America”, ha aggiunto lo stilista.

Raf Simons debutta per Calvin Klein

Nella collezione, un materiale influenza l’altro e uno stile influenza l’altro, spesso nello stesso look. Un guardaroba appartenente a culture trasversali trova nuove forme: non il vecchio, non il nuovo, ma il necessario. E’ una celebrazione della diversità.

In passerella un mix di uniformi da bande musicali, protezioni rivestite in plastica, sartorialità da power broker, abiti da lavoro e abiti dell’ovest americano.

Foto: la collezione Calvin Klein, credit Giovanni Giannoni, dall'ufficio stampa Ck

Le italiane spendono il 15 percento in più per le scarpe

Il mobile si conferma il canale d’acquisto principale per le scarpe, raggiungendo il 70 percento del traffico; nel 2016 sono due i must-have delle calzature comprati dagli italiani: le sneakers, al primo posto nelle scelte dei clienti Privalia sia per lei, sia per lui, e poi, per le signore, gli stivaletti. Questi alcuni dati sulle calzature diffusi da Vente-privee e Privalia, a ridosso dell'apertura di The Micam, il salone della calzatura, in scena a Fiera Milano Rho, dal 12 al 15 febbraio.

Resta saldo al 27 percento il numero delle italiane che invece non può fare a meno di tacchi altissimi. Il 73 percento preferisce però non superare i 5 centimetri. Parlando di stiletto, le italiane che acquistano su vente-privee, assieme alle “cugine” spagnole, sono quelle che in Europa osano di più in termini di colori.

Stando ai dati, inoltre, in Italia si spende di più. Le donne italiane sborsano il 15 percennto in più rispetto alla media europea per acquistare calzature.

Roma e Milano sono le capitali italiane della calzatura, seguite da Torino che chiude il podio. A livello regionale, la situazione vede la top five così ordinata: primo posto per Lombardia, seguita da Lazio, Piemonte, Veneto e Sicilia.

Infine, dai dati risulta che gli uomini acquistano sempre di più calzature online, toccando ormai il 50 percento degli acquisti tramite mobile, alla pari del mobile shopping delle donne, come da dati vente-privee.

Foto: Privalia press office

Diesel e Certilogo insieme per combattere la contraffazione

Sono molti i marchi che stanno mettendo a segno strategie per arginare il dilagante fenomeno della contraffazione. Fa parte di questa cerchia di etichette anche Diesel che ha stretto una partnership con Certilogo, impresa che fornisce un codice grafico univoco per ogni capo di abbigliamento.

Grazie alla partnership con Certilogo, i consumatori potranno verificare direttamente l'autenticità di un denim del brand fondato da Renzo Rosso, anche prima di acquistarlo.

Entro la fine del 2017 tutti i jeans avranno il codice Certilogo, un'etichetta termostampata posizionata nella cintura dei denim insieme alla call to action "Scan for Authenticity".

Il codice Qr code, formato da una serie di quadratini in bianco e nero, può essere letto da smartphone e connette via internet alla pagina relativa al singolo prodotto. Non si tratta del solo modo con cui si può verificare che il jeans è autentico: i consumatori ricevono una conferma rapida e gratuita se il prodotto è autentico scegliendo fra 3 opzioni: scansionando semplicemente il codice Clg con un lettore di codici Qr standard sul proprio smartphone, inserendo il codice Clg e rispondendo a poche semplici domande tramite l’apposita Certilogo App personalizzata Diesel, oppure su certilogo.com.

"Nel nuovo panorama dei consumatori, alimentato dall’apprezzamento per l’alta qualità, stiamo adottando un approccio mirato a potenziare la fiducia dei consumatori Diesel, creando un dialogo diretto con loro", ha spiegato in una nota, Alessandro Bogliolo, ceo di Diesel.

"Si tratta di un’iniziativa lungimirante da parte di Diesel. I rapporti fa i brand e i consumatori sono cambiati nell’era digitale. Non è più accettabile limitarsi all’approccio “Invitiamo i consumatori a prestare attenzione e buona fortuna” riguardo ai prodotti contraffatti, quando ognuno di noi ha in tasca la tecnologia necessaria a far cessare questo fenomeno", ha aggiunto Michele Casucci, ceo di Certilogo.

Foto: Diesel
Il magazzino Zalando di Pavia impiega soprattutto donne

In attesa che anche in Italia prenda piede il progetto di commercio integrato, che vede le merci partire dai negozi dei vari brand dislocati in città, come ha spiegato Giuseppe Tamola, country manager Italia, Spagna e Polonia di Zalando, la società tedesca continua a investire in innovazione, comunicazione e logistica. Su questo fronte, circa un anno fa, è stato tenuto a battesimo il magazzino di Stradella, in provincia di Pavia, da dove oggi parte il 70 percento degli ordini effettuati dai clienti italiani. Clienti la cui "higher satisfaction with deliveries”, ovvero la percentuale che si dice soddisfatta oppure molto soddisfatta delle consegne, è cresciuta del 5 percento circa.

Il magazzino Zalando di Pavia impiega soprattutto donne

Zalando: tempi di consegna potrebbero scendere sotto il giorno e mezzo con il commercio integrato

Il magazzino di Stradella, che copre una superficie di 20mila metri quadrati, impiega 220 persone, di cui il 70 percento sono donne, "sono molto precise e veloci", ha detto Alberto Birolini, business development manager di Fiege, partner della logistica di Zalando, che gestisce il magazzino e che si è occupato delle selezioni degli operatori. Tra le figure professionali che hanno trovato spazio all'interno del magazzino e che sono sempre più richieste dal mercato dell'ecommerce, anche addetti informatici, responsabili di processo, problem solver, trainer, oltre ovviamente agli addetti di magazzino e agli operatori per le attività di back office. "L'anno scorso quando Zalando ha annunciato l'apertura del magazzino abbiamo ricevuto circa 10mila curriculum", ha spiegato Birolini.

Il magazzino Zalando di Pavia impiega soprattutto donne

Restando sui numeri, grazie a questa apertura italiana, l'etailer tedesco è riuscito ad accorciare i tempi di consegna che in media sono di un giorno e mezzo. Nel 2016 sono stati circa 3 milioni i pacchi spediti da Stradella.

I tempi di spedizione potrebbero accorciarsi ulteriormente quando prenderà il via anche sul territorio italiano, il commercio integrato. Il progetto, per ora in corso presso una decina di piccole realtà tedesche, si appoggia su un tool online di gestione degli ordini, gax-system (messo a punto dalla tedesca Gaxsys Gmbh), e consente ai negozi di piccole dimensioni di collegarsi in maniera semplice e agile alla piattaforma di Zalando, aggiungendo dunque un canale di vendita supplementare.

Foto: Il magazzino Zalando di Stradella, foto di FashionUnited

Milano moda donna parte il 22 febbraio con 70 sfilate

Milano moda donna è in agenda dal 22 al 27 febbraio con 70 sfilate, 88 presentazioni, 4 presentazioni su appuntamento e 37 eventi in calendario, per un totale di 174 collezioni.

Grinko, Angelo Marani, Wunderkind, Cristiano Burani, Gucci, Fay, Alberta Ferretti, N.21, Fausto Puglisi, Francesco Scognamiglio e Annakiki sono le griffe che sfileranno mercoledì 22, primo giorno di sfilate.

Max Mara, Genny, Luisa Beccaria, Fendi, Vivetta, Anteprima, Emilio Pucci, Les Copains, Angel Chen, Prada, Daniela Gregis, Byblos, Moschino e Atsushi Nakashima, invece, sono le griffe che saliranno in passerella il secondo giorno.

A chiudere la settimana della moda, il 27 febbraio, saranno Ricostru, Giorgio Armani, Alberto Zambelli e Daizy Shely. Lo stesso giorno alle 14,30, nel Duomo di Milano, si terrà una messa per ricordare Franca Sozzani.

Carlo Capasa: la crescita del fatturato della moda italiana nel 2016 è prevista a +1,5 percento per la sola moda e a +1,9 percento se si includono i settori collegati

Per la prima volta in calendario Xu Zhi, il designer ospitato da Giorgio Armani in collaborazione con Camera della moda, che sfilerà negli spazi dell'Armani/Teatro, sabato 25 febbraio.

Inoltre, tra le new entry, come ha sottolineato ieri mattina Carlo Capasa, che ha aperto la tradizionale conferenza stampa di presentazione di Milano moda donna, a Palazzo Marino, con un minuto di silenzio in ricordo di Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia, scomparsa a dicembre, sfilerà a Milano anche Vionnet, per la prima volta nel calendario ufficiale della manifestazione. "Camera nazionale della moda italiana anche in questa edizione supporta le sfilate di brand emergenti quali Calcaterra, Daizy Shely, Lucio Vanotti e Ricostru", ha aggiunto Capasa.

L'ultimo giorno di Milano moda donna, in Duomo, si terrà una messa per ricordare Franca Sozzani

Grazie al protocollo d'intesa tra il Comune di Milano e Camera della moda, la Sala cariatidi di Palazzo Reale sarà ancora una volta una delle location protagoniste della fashion week. Novità di questa edizione, sarà lo spazio Cavallerizze presso il Museo nazionale scienza e tecnologia, con una sala sfilata e due sale presentazioni.

Vionnet sfilerà per la prima volta a Milano, venerdì 24 febbraio

L'UniCredit Pavilion, quartier generale di Milano moda donna, in piazza Gae Aulenti, ospita la quarta edizione del progetto Fashion Hub Market: saranno in mostra le collezioni di 15 brand emergenti.

"Comune di Milano e Camera Nazionale della moda hanno da poco rinnovato un protocollo pluriennale di collaborazione con l'obiettivo comune di rafforzare Milano come hub internazionale del fashion e della creatività facendo leva non solo sulla dimensione estetica e del gusto ma soprattutto su un sistema di filiera, quello della moda, che partecipa attivamente allo sviluppo produttivo ed economico della città e del nostro Paese", ha detto ieri, durante la conferenza stampa, l'assessore alle Politiche per il lavoro, attività produttive, moda e design Cristina Tajani.

Milano moda donna parte il 22 febbraio con 70 sfilate

Tornando alle sfilate, alcuni marchi, come Gucci e Bottega Veneta (la cui sfilata è in agenda il 25 alle 9,30), per esempio, sfileranno con la donna e l'uomo. "Il nostro calendario non è rigido ma siamo flessibili per andare incontro alle esigenze dei marchi", ha sottolineato in proposito Capasa.

"Una settimana della moda che riflette il momento di trasformazione che stiamo vivendo e che privilegia il racconto di storie singolari ed autentiche: dai brand che sfileranno per la prima volta con le collezioni uomo-donna, ai giovani brand supportati da Camera nazionale della moda che hanno trovato a Milano lo spazio ideale in cui esprimere la loro creatività", ha aggiunto il presidente di Camera della moda.

Durante la confernza Capasa ha dato un aggiornamento sui dati di fatturato 2016 del comparto moda che chiude a 84,05 milioni con una crescita dell'1,9 percento rispetto allo scorso anno. Il primo semestre del 2017 dovrebbe attestarsi a +0,5 percento.

La fashion week milanese potrà essere seguita live sul website milanomodadonna.it, con streaming delle sfilate, video e fotogallery delle collezioni, attraverso l'App di Camera moda e sui profili social Twitter, Instagram, Facebook, Snapchat, Pinterest, con aggiornamenti in tempo reale sugli eventi. Il calendario del terzo giorno. venerdì 24, vedrà sfilare, tra gli altri: Diesel Black Gold, Emporio Armani, Sportmax, Krizia, Etro, Giamba, Tod's, Versace, Aigner. Sabato, oltre a Bottega Veneta, toccherà a Blumarine, Missoni, Ermanno Scervino, Jil Sander, Gabriele Colangelo, Aquilano.Rimondi ed Elisabetta Franchi. Il 26, invece, tra gli altri, sfileranno Simonetta Ravizza, Marni, Trussardi, Laura Biagiotti, Stella Jean, Salvatore Ferragamo.

Foto: Versace, credit Versace press office; Carlo Capasa, credit FashionUnited

Trend chiave per i materiali primavera estate 2018   

Il team di Trendstop che si occupa dei materiali questa settimana avvicina il lettore di FashionUnited alle ultime tendenze in materia di tessuto che ispireranno le collezioni di abbigliamento in per la primavera estate 2018. Identificate alle fiere dei tessuti del commercio mondiali, ora anche sulle passerelle internazionali, queste tendenze essenziali incideranno sull’abbigliamento donna, uomo e bambino sia per la primavera estate 2018, sia oltre. Le previsioni dei materiali che saranno utilizzati stagionalmente sono attentamente curate per valutare ogni tendenza commerciale, la sua portata e la sua longevità per dare vita a un corretto processo decisionale.

Questa settimana Trendstop rivela tre materiali che ispireranno i trend per la primavera / estate 2018 in materia di abbigliamento. Soft Comforts attinge alla tendenza transseasonal e allo sviluppo del loungewear con accoglienti strutture confortevoli rielaborate per l'estate. Primary Games introduce ibridi sportivi con particolare attenzione alle prestazioni e all'innovazione, e Forest Blooms guarda al mondo naturale con texture organiche che vengono rese in maniera raffinata e rinfrescate da motivi di primavera.

Soft Comforts

Trend chiave per i materiali primavera estate 2018   

Morbidi al tatto, questo tessuti donano una caratteristica di comfort per il guardaroba estivo arricchito da volumi gonfiati e maniche accoglienti. La texture a doppia maglia e i filati lisci creano finiture pulite, mentre le strutture degli abiti sono ammorbidite dalla spugna e le superfici imbottite imitano le nervature del velluto per nuove superfici.

Primary Games

Trend chiave per i materiali primavera estate 2018   

I tessuti prendono ispirazione dal settore dell'abbigliamento sportivo con una particolare attenzione per gli aspetti ad alte prestazioni, le caratteristiche tecniche e le innovazioni ibride. Le strisce luminose acquistano profondità e dimensione grazie alla brillantezza delle vernici lucide, mentre lavorazioni a “ cialda” e piquet conferiscono un fascino retrò ai tessuti sportivi. Gli aspetti high-tech si vedono nella leggerezza e nei tessuti traspiranti.

The Placement Patch

Trend chiave per i materiali primavera estate 2018   

I materiali per la primavera estate 2018 si avvicinano alla natura con un concetto che abbraccia texture organiche aggrovigliate e ornamenti con verdure a foglia verde e sbiaditi nei toni menta per rinfrescare la tavolozza dei colori. Prendendo ispirazione dal fogliamo della foresta, ricami e pizzi trasparenti utilizzano motivi verdi e formazioni densamente aggrovigliate che mescolano tessuti pesante e delicati.

Offerta esclusiva

I lettori di FashionUnited possono ottenere l'accesso gratuito al Trendstop's Spring Summer 2018 Material Forecast Preview, che sintetizza i materiali chiave della stagione ed è ricco di informazioni e di fonti di vitale importanza. Basta fare clic sul banner per vederlo.

Trend chiave per i materiali primavera estate 2018    

Trendstop.com è una delle principali agenzie di previsione di tendenza di tutto il mondo per la moda e per i creativi professionisti, rinomata per la sua analisi delle tendenze approfondite e per le previsioni. Tra i clienti figurano H & M, Primark, Forever 21, Zalando, Geox, Evisu, Hugo Boss, L'Oreal ed Mtv.

Immagini per gentile concessione di Trendstop, da sinistra a destra:. Kadet, Christian Dada, Les Benjamins, Rajesh Pratap Singh, Alex Mullins, Schnayderman's, Mooyul Vlades, Liam Hodges, Angelos Frentzos, tutte Autunno Inverno 2017-18

Tod's: un mocassino per San Valentino

Tod's ha pensato a un mocassino per festeggiare San Valentino. L'azienda marchigiana ha studiato una nuova edizione limitata del suo iconico gommino proprio per la festa degli innamorati.

In vendita a 470 euro, il mocassino è realizzato in pelle di vitello bianco, nero e rosso, con un cuore rosso a contrasto sulla parte anteriore, caratterizzato dai gommini, che danno vita a un gioco di linee.

La limited edition è disponibile in alcuni store Tod’s in Italia, Inghilterra, Francia, Germania, Stati Uniti, Giappone, Hong Kong e Singapore. Il gruppo Tod's ha chiuso il 2016 con un fatturato consolidato a 1,004 miliardi, con un calo del 3,2 percento rispetto al valore dell'anno precedente. Il giro d'affari del quarto trimestre è stato pari a 246,3 milioni, in calo dell'1,5 percento rispetto al quarto trimestre 2015. Alla società fanno capo i marchi Tod’s, Hogan, Fay e Roger Vivier.

Foto: Tod's press office
Stradivarius lancia la linea uomo

Stradivarius lancia la linea uomo. La prima linea maschile del marchio di casa Inditex è in vendita in 40 negozi in 17 mercati e su 22 store online dei paesi in cui opera.

Stradivarius lancia la linea uomo

La prima collezione uomo è stata creata "per i giovani che amano la moda e vogliono esprimere la loro personalità e il proprio stile senza rinunciare al comfort", ha spiegato il management del marchio in una nota. La linea è suddivisa nei tre segmenti: smart, cotton e denim.

Stradivarius lancia la linea uomo

Smart comprende la parte più cosmopolita della collezione, si caratterizza per abiti semplici con linee sottili e colori sobri. Cotton racchiude look casual dominati da fibre naturali e da colori neutri, mentre la linea Denim, elemento storico per il brand Stradivarius, comprende tessuti in jeans e modelli innovativi.

Stradivarius lancia la linea uomo

L'etichetta che fa capo a Inditex è presente in 64 paesi e ha un migliaio di store in tutto il mondo.

Foto: Stradivarius press office

Franchise Expo Paris mette in relazione 36000 candidati al franchising e 460 marche: venite a scoprirlo!

Proporre le vostre idee, mettere in pratica i vostri progetti di business, incontrare nuovi partners : Franchise Expo Paris 2017 è il posto per voi! Con più di 36000 candidati al franchising, il più grande salone del franchising é il miglior centro d’affari per la vostra attività. Incontrate i direttori dei più grandi business, lasciatevi ispirare dalle loro strategie, sviluppate nuove reti con i rappresentanti di più i 460 marche internazionali!

Un mondo di nuove possibilità vi aspetta, proprio dietro l’angolo. Venite a incontrarci dal 19 al 22 Marzo!

Ordina il tuo badge, il tuo codice d’accesso = FP17X3