(annuncio pubblicitario)
(annuncio pubblicitario)
Jeckerson: a Commerciale Campana la licenza per le scarpe

Jeckerson estende il portafoglio licenze affidando a Commerciale Campana la licenza produttiva e distributiva a livello internazionale per le calzature uomo e donna.

Un accordo con una durata di 5 anni che entra nell’operatività con la collezione autunno inverno 2018-19.

“Abbiamo deciso di accelerare i nostri programmi di crescita puntando oggi sulla calzatura non più solo come completamento di stile bensì come nuovo business per affermare il brand anche a livello europeo” ha commentato Gian Maria Argentini, amministratore delegato di Jeckerson, brand italiano di sportswear fondato a Bologna nel 1995 e dal 2008 di proprietà del fondo inglese Stirling Square Capital Partners.

La collezione, che ha esordito in occasione del Micam si compone di modelli da uomo e da donna che saranno disponibili per la stagione autunno inverno 2018-2019. I prezzi partono da 140 euro.

Foto: Jeckerson press office
Design innovativo e cuoio per gli accessori di Krack

L'artigianato made in Italy e la pelletteria, da sempre fiore all'occhielo dell'Italia, fusi in una serie di accessori in limited edition e con un design innovativo. Questa la filosofia che ha spinto Caterina Ruggeri a creare il marchio di bracciali Krack.

Il brand, che è l'acronimo delle iniziali della fondatrice, dove la K sta per Kate, il suo soprannome, e A è l'iniziale del nome della figlia, ha debuttato a Milano nel 2017 con la prima collezione di bracciali in cuoio made in Italy.

"La pelle, customizzata oppure aerografata, rock ma raffinata, comunica determinazione e forza interiore", spiega Ruggeri, aggiungendo che il progetto nasce dall’idea di rompere la regola della sobrietà con un bracciale dal carattere forte, elegante e minimal.

Raeliazzati da artigiani tra Milano e Firenze, con materiale certificato, i bracciali sono in vendita sul sito ecommerce del marchio con un prezzo che parte dai 130 euro.

Tre i modelli disponibili: Victory, a forma di V, che simbolicamente ricorda uno scudo; Star, a forma di X, una stella propiziatoria di positività e successo e Infinity, una forma che replica se stessa ed evoca amicizia a continuità.

Foto: MyKrack website
CHIC March, Shanghai, March 14-16, 2018

  • Consumer sentiment: China's economy grows by 6.9%
  • 1,210 exhibitors from 21 countries and regions at CHIC March
  • Premieres: Polish Investment and Trade Agency promotes "Fashion from
    Poland", International Fur Federation presents 8 companies from 6 countries
  • Business Inside: CHIC shows, seminars, CHIC TALK
  • Implemented intensive visitor marketing for all retail concepts
CHIC March, Shanghai, March 14-16, 2018

The no.1 industry meeting of the 'profashionals' in China

More than 1,200 national and international fashion brands will be present at Asia's largest and most influential fashion fair, CHIC Shanghai, from March 14 to 16, 2018 on more than 100,000 square meters of exhibition space in the world's largest exhibition center, the National Exhibition & Convention Center, Shanghai.

China's economy is back on track for growth after seven years: 6.9% economic growth in 2017; Chinese consumers are optimistic about the future, with more millionaires in China in 2018 than in any other country according to a recent McKinsey study. By 2025, their share is expected to account for 44% of purchases in the global luxury market, which is equivalent to around EUR 131 billion. In general, an obvious willingness to spend money has returned, which is also noticeable among middle to upper income groups. Quality is more important than quantity.

Expenditure on the "key desires" in China is rising, and the supply of these goods is to be increased. Tariffs on consumer goods, including those for apparel and footwear, will be lowered to make room for international brands that can offer price levels in China comparable to their domestic prices. Important driving forces of consumption are China's millennials, who value authenticity, individuality and sustainability. Sustainability and health have become a key issue for consumers.

The desire for individual offers and collections is taken into account by CHIC: the area of young design is extended and renewed; the retail sector, which focuses on lifestyle concepts and exclusive and creative brands, the multi-brand stores and boutiques have been targeted and have become co-operation partners of CHIC.

For many areas of CHIC, there are long waiting lists, a sign of China´s positive economic development.

CHIC March, Shanghai, March 14-16, 2018

CHIC segments

The entire North Entrance Hall of the fair  is dedicated to fashion design. IMPULSES is fully booked and will occupy the entire area. Renowned Chinese designers such as MU by Frank, Hua Mu Shen and Tuffcan show their latest collections at CHIC. Likewise Wang Yutao, former Elle style ambassador and winner of China's most important fashion award Jin Ding, and Shi Jie with his SHI JIE & JANIQUE collection who exhibits internationally at designer forums in Paris. The IMPULSES area has been redesigned to provide the fashion clientele with a vibrant, creative fashion ambience.

In the menswear URBAN VIEW, Shandong Ruyi, one of the largest fashion companies in China, is represented at CHIC with the Saint Angelo line, as is the Semir Group with its brand Gson. Bespoke brands like Dalian LongSheng or HaiSiBao from Shandong also exhibit here. The womenswear NEW LOOK shines with well-known young brands such as Fantastic Five, 5 Secs, Famory, CAYLAR from France or Kelly Yeung. The KID'S PARADISE will present itself alongside the Chinese market leaders NONO & co from the Netherlands, tHE bear's school from Japan and the trendy children's fashion brands LIKE A SCRIBBLE, Moimoi, Kamppi from South Korea.

In the international FASHION JOURNEY sector, 248 exhibitors from 14 nations use CHIC as a presentation and service platform for their entry into the Chinese consumer market or the expansion of their business fields. The largest participation is traditionally Italy, now in March with 40 brands like Accademia, Amina Rubinacci, EBARRITO - RE-THINKING FASHION, FERRUCCIO VECCHI, Spernanzoni, SUPREMA, in cooperation with Sistema Moda Italiana and Assocalzaturifici and the Italian Trade Agency ITA, which supports the participation with accompanying promotional measures. “We are putting a lot of energy into preparing this latest rendezvous with La Moda [email protected]”, says Alberto Scaccioni, CEO of EnteModa Italia “so as to build up an offering of brands and companies characterized by the selection and quality of their products in order to offer as complete as possible a panorama of the style expressed by Italian fashion. In addition, thanks to the contribution of Agenzia ICE, we will be realizing an even more strategic presentation of the Italian area: at the center of the exhibition route and in the heart of the international pavilion, featuring an elegant and functional layout to provide a united and coherent image of the Italian lifestyle. La Moda [email protected] is confirmed as the ideal business platform on the Asian fair scene, an essential rendezvous for bringing quality Italian collections to the attention of key sector buyers and members of the trade, and a unique opportunity for all the small- and medium sized Italian companies that wish to grasp the extraordinary opportunities offered by the Chinese market".    

Diversity distinguishes the French fashion brands, which are gathered in the pavilion Paris Forever with clothing, accessories, shoes and bags, including brands like Georgio & Mario, Urbahia, Lener Cordier etc. German companies present themselves under the umbrella of MADE IN GERMANY as part of the foreign trade fair program of the Federal Ministry for Economic Affairs and Energy, conducted by Messe Düsseldorf. The offer ranges from clothing, lingerie, to bags, accessories and shoes. Among others participating for the first time are the exclusive shirt brand IGN.Joseph or Escora from the lingerie area.

The Polish Investment and Trade Agency is for the first time with a country presentation to promote "Fashion from Poland" in China and uses CHIC´s wide-spread network inside the Chinese trade.

South Korea, China Hong Kong, China Taiwan, and Peru are represented with their own group holdings.

Individual exhibitors come from Brazil, Denmark, France, China Hong Kong, India, Japan, Korea, Sweden, and the UK.

Famous Asian streetwear labels dominate the show-in-show CHIC YOUNG BLOOD, led by Korea with 20 brands like Soup, Romistory and ballop. Among others from China JPE and ILITI will not miss the show.

There are waiting lists for the HERITAGE area, the leather and fur area in Hall 1. In addition to the national brands, the International Fur Federation IFF presents itself for the first time with Manakas from Germany; a Greek group with i.a. Mantziaris Abee, Bourtsos Bros S.A., Jonevon Furs; Saga Furs from Finland, North American Fur Auctions (NAFA) from Canada, Langiotti from the USA, as well as Shuohao Furrier from China.            
In its group participation organized by the Istanbul Leather Products Exporters´ Association (IDMIB), Turkey offers 10 brands from the leather fashion sector a platform at CHIC.

The SECRET STARS section, the accessories area in Hall 4 with more than 100 brands, and the SHANGAI BAG show with bags and shoes in Hall 4, were booked up early. For the first time, the German brand DNBO joins CHIC with its water-resistant outdoor bags.

Shows, seminars and service offer

The CHIC shows provide information about current fashion trends in China and are a magnet for visitors, with more than 15 Chinese and international brands taking the stage to show at Asia's leading fashion and lifestyle fair.       
As part of the CHIC TALK, market experts and trend analysts will talk about current developments in the fashion business in China, both for offline and online business. WGSN reports on the trends for Autumn / Winter 2018/19, the topic of ecological fashion is taken up by the First China International Healthy T-Shirt Summit.

Enhanced service measures by CHIC

CHIC places a special focus on visitor marketing. In the run-up to the trade fair, match-makings will be carried out especially focused on overseas exhibitors, and a selected clientele of almost 50,000 contacts will receive detailed information about the international brands at CHIC; the CHIC App enables visitors to find out about the offer at the fair in a targeted manner; the CHIC homepage offers visitors the opportunity to arrange appointments with the manufacturers at the trade fair.       
The traditional overseas exhibitors´ dinner will give further insights into the market with agents of international brands that are established in China sharing their experience.

Nationwide visitor round-table meetings, shoppers' seminars and conferences for fashion agencies in China's metropolises were conducted by CHIC in advance. Online retailers such as Yan Xuan, that focuses on high quality overseas brands, well-known multi-brand shops such as Water Stone, The Fashion Door, Dong Liang, HengShanHeJi, or QingYuTian are already pre-registered as visitors of CHIC March, just like further fashion chains with up to 300 retail stores. The multi-brand store concept is experiencing rapid growth in China.

A recent study by TUDOO, one of the best-known Chinese showroom operators for international fashion labels, shows that there has been an enormous increase from 100 multi-brand stores in 2013 to 5,000 in 2017. The growth is unrestrained and already extends from the metropolises of the East coast to megacities like Chongqing or Chengdu. A mix of international and national brands is important, the customer is looking for a diversified offer, the demand for international fashion is one third higher than that for domestic brands. Lifestyle labels are in demand, in 2017 the proportion of designer labels, streetwear and sports brands increased by 36%, youth is not a status, but lifestyle, the fashion mix and match is extremely sought after. In China's new retail era, boutiques offer customers an exclusive shopping experience, individual brands and products.

The VIP Buyers Lounge in the Area FASHION JOURNEY is the meeting point for exhibitors and visitors in a relaxed atmosphere.

See you at CHIC March, Shanghai, March 14-16, 2018!

CHIC March, Shanghai, March 14-16, 2018

More information:


http://en.chiconline.com.cn               
www.jandali.biz 
www.instagram.com/chic_shanghai

Press contact:

CHIC March, Shanghai, March 14-16, 2018
JANDALI MODE.MEDIEN.MESSEN
EUROPEAN REPRESENTATIVE OFFICE
CHIC SHANGHAI (EXCEPT FRANCE AND ITALY)
CHINA NATIONAL GARMENT ASSOCIATION
FASHION HOUSE 2 . OFFICE 2A013
DANZIGER STRASSE 111 . 40468 DÜSSELDORF
FON +49-211 3026 4337  FAX 0211-58588566
EMAIL CONTACT [email protected]
WWW.JANDALI.BIZ
Trend chiave per calzature da donna dell'estate 2019

Gli esperti di calzature di Trendstop questa settimana mettono in primo piano le lavorazioni e i componenti essenziali che daranno vita alle tendenze delle calzature nella stagione estiva 2019 e oltre. Le forme contemporanee e l'utilizzo innovativo di materiali visti sulle passerelle, alle fiere internazionali e ai piedi degli influencer ispireranno il mercato e si riveleranno fondamentali per le prossime collezioni. I report completi di Trendstop sulle calzature valutano il valore commerciale e la longevità di ciascuna tendenza, offrendo la migliore base possibile per il processo decisionale.

Questa settimana, i lettori di FashionUnited danno una prima occhiata a tre delle ultime tendenze delle calzature da donna. I tacchi e le dita dei piedi sono un componente chiave per la spring summer 19. The Perspex Heel e The Toe Ring donano un aspetto fresco ai sandali dellaprimavera, introducendo nuovo materiale e nuove forme. The Fashion Rainboot attinge allo stile classico del festival e al tempo stesso rivitalizza il guardaroba delle calzatura per l'estate.

The Fashion Rainboot

Trend chiave per calzature da donna dell'estate 2019

Lo stivaletto Wellington da festival viene reinventato per la spring summer 2019 con un tocco sofisticato e di alta moda. Rivestimenti in plastica, gomma e vinile si inseriscono in uno dei trend più importanti della stagione. Poiché il fenomeno transseasonal diventa sempre più importante, questi stili "da pioggia" possono essere portati anche in estate.

The Perspex Heel

Trend chiave per calzature da donna dell'estate 2019

I tacchi sono un componente chiave per la primavera estate 2019 con una varietà di esecuzioni concettuali e artistiche viste sulle passerelle. The Perspex Heel chiari e modellati danno un tocco in più sul ton sur ton, mentre i profili grossi dei blocchi sono illuminati da materiali trasparenti. Le zeppe angolari conferiscono un tocco moderno ma al tempo stesso femminile a sandali aperti, a strappy e a punta chiusa.

The Toe Ring

Trend chiave per calzature da donna dell'estate 2019

I sandali estivi ottengono un look moderno e minimalista con tomaie scolpite, tagliate e cinturini sagomati. Gli anelli con punta arrotondata sono un punto caratteristico, sia come parte di una costruzione singola oppure evidenziati in un colore contrastante. Punte quadrate e tagli angolari introducono un aspetto geometrico per un look più deciso.

Offerta esclusiva

I lettori di FashionUnited possono ottenere l'accesso gratuito al report Trendstop's Spring Summer 2018 Footwear Directions report, un primo sguardo alle principali influenze delle calzature emergenti. Basta fare clic qui per ricevere il report gratuito.

Trend chiave per calzature da donna dell'estate 2019

Trendstop.com è una delle agenzie di previsioni di tendenza leader a livello mondiale per i professionisti della moda e per i creativi, rinomata per le sue analisi approfondite e per le previsioni. I clienti includono H & M, Primark, Forever 21, Zalando, Geox, Evisu, Hugo Boss, L'Oreal ed Mtv.

Immagini per gentile concessione di Trendstop: Marni primavera estate 2018, Street Style, Chanel, Stella McCartney, Maison Shoeshibar, Rejina Pyo, Valentino primavera estate 2018, Prabal Gurung primavera estate 2018, New York Street Style tutto primavera estate 2018.

Puma: fatturato oltre i 4 miliardi nel FY 2017

Per Puma maxi dividendo di 12,5 euro. Il gruppo d'abbigliamento sportivo tedesco, partner tecnico della Nazionale italiana e di due club di calcio esteri, ha archiviato il 2017 con un giro d'affari consolidato che ha superato i 4 miliardi: 4,136 miliardi (+14 percento). L'utile è più che raddoppiato passando da 62 a 136 milioni.

L'azienda tedesca proporrà all'assemblea degli azionisti la distribuzione di un maxi dividendo una tantum di 12,50 euro per azione a fronte di una cedola di 0,75 euro garantita lo scorso anno.

Ai primi di gennaio il colosso del lusso Kering ha deciso di rinunciare alla sua quota di maggioranza in Puma. L'azienda, infatti, distribuirà il 70 percento delle azioni della società di articoli sportivi e terrà un 16 percento di Puma. Artémis, primo azionista di Kering, resterà in Puma con una quota di circa il 29 percento.

Sull'operazione dovranno esprimersi gli azionisti di Kering il 26 aprile.

"Il 2017 è stato un grande anno per Puma. Siamo cresciuti del 16 percento e abbiamo raggiunto per la prima volta nella storia vendite superiori a 4 miliardi di euro. Abbiamo quasi raddoppiato il nostro ebit e registrato progressi in quasi tutti i settori", ha sottolineato il ceo dell'azienda, Bjorn Gulden.

Foto: Puma website
Il sud ancora protagonista a White Milano

Torna protagonista il progetto It’s time to south, il format che il salone Wiite Milano, in scena a Milano dal 23 al 26 febbraio, ha ideato in partnership con Ice Agenzia, per valorizzare la creatività made in Sud, d’Italia. Isole comprese.

Otto regioni per 15 talenti partecipano con i loro esprit ideativi alla kermesse fondata da Massimiliano Bizzi.

Dalla Sicilia arrivano Cettina Bucca, l’eleganza rétro, attualizzata, di Sikuly Art & Tradition e la poetica pittorica di Yesicily.

La Sardegna risponde con le reinterpretazioni di Barbara Pala; con il collettivo creativo di Pretziada e con la linearità di Quattromani. La Puglia fa sentire la sua voce con la fusione tra arte e moda di Archivio e con Rossorame, Il mondo di Sofia, che mostra i cartoon di Sofia Graiani su felpe e t-shirt.

Dal Molise arriva Gaetano Pollice con le sue bag sospese tra presente e futuro e il denim di Decata. Non manca un excursus nei bijoux, con le creazioni materiche di Carlotta Scarabeo, designer proveniente dalla Campania, che reinterpreta le cime nautiche. Leda di Marti sfoggia una consapevolezza tutta calabrese nel suo ready to wear, mentre dalla Basilicata approdano nel Tortona fashion district le sculture gioiello di Manuela Telesca e le montature di Occhialeria Artigiana.

L’Abruzzo brilla nei monili di ValeJewelab, con gli inusuali accostamenti di materiali poveri e preziosi.

Foto: White Milano web site
Andrea Broggian è coo di Vhernier

New entry per l'azienda di gioielleria di Valenza, Vhernier. Il primo febbraio, infatti, è stato nominato Andrea Broggian in qualità di chief operating officer.

La nomina, come ha spiegato l'azienda in una nota, si inserisce "in un’ottica di potenziamento e di ulteriore espansione della maison a livello sia nazionale, sia internazionale".

Broggian ha maturato una solida esperienza nell’ambito jewellery. Dapprima come imprenditore e ceo nel gruppo di famiglia, il manager ha collaborato anche con Mikimoto e Chaumet e ha guidato la nascita del marchio Mimì.

Broggian è stato anche coo presso la Mattioli spa di Torino. È stato presidente del Club degli orafi e collabora con istituzioni fra cui l’Istituto Gemmologico Italiano (Igi) e The World Jewellery Confederation.

Foto: Andrea Broggian, credit Vhernier press office
Petit Bateau celebra i 100 anni della culotte

Petit Bateau celebra i 100 anni della culotte. Nel 1918, infatti, faceva la sua prima apparizione questo modello che ha resistito indenne al passare degli anni.

Il 10 giugno 1920 Étienne Valton registrò il marchio "Petit Bateau" in nome della compagnia "Valton & Sons", creata con i suoi fratelli André e Xavier, tutti eredi di una azienda di maglieria di Troyes.

Questo nuovo modello sostituì l’indumento intimo tradizionale che aveva lo svantaggio di essere troppo lungo e non pratico nelle fasi di cambio. Con un colpo di forbici, Étienne Valton lo rese inequivocabile. Era nato un "intimo senza gambe", per di più realizzato a maglia con un punto chiamato "2x2 rib". La mutandina fu proposta in lana, lana e misto cotone o puro cotone. Ma fu il puro cotone bianco che rese la lavorazione a costina 2x2 un successo, portando la culotte ad acquisire morbidezza e flessibilità, caratteristiche che permisero ai bambini del dopoguerra, i cosiddetti bambini "Cadum Soap", di dimenticare le irritazioni del passato.

A partire dal 1913, Étienne Valton usò il nome "Petit Bateau” su alcune mutande destinate ai bambini, prendendolo in prestito da una popolare ninna nanna che sua moglie Germaine cantava ai loro figli. La guerra tuttavia bloccò temporaneamente questa storia sul nascere fino al 1918 quando tutto riprese associando una tecnica di lavorazione nuova. La culotte Petit Bateau, chiamata "400" nella sua versione originale, è nata da questa unione.

Tante le collaborazioni che il marchio ha abbracciato negli anni. Jean-Charles de Castelbajac, Ines de la Fressange e Wataru Tominaga (vincitore del Festival internazionale di moda e fotografia 2016 a Hyères) hanno creato la loro versione della mutandina.

Foto: Petit Bateau, credit Petit Bateau
Nasce Fornarina girl dedicata alle ragazzine

Fornarina lancia la nuova brand extension dedicata a bambine e teenager dai 6 ai 16 anni: Fornarina Girl.

E’ una collezione abbigliamento e calzature che sarà nei negozi nella prossima stagione autunno inverno 2018.

Gli anni ’80 / ’90 fanno da ispirazione alla nuova collezione che comprende bomber, chiodi in pelle, stile college, gilet con alamari, pullover e felpe con maxi scritte, tute a bande laterali e stampe tartan. Non mancano gli spunti athleisure con i capi junior Fornarina Freetime, perfetti per il tempo libero e un look sportivo e trendy.

Foto: Fornarina girl

L’8 marzo Heidi Klum e Lidl lanceranno la terza collezione del brand “Esmara by Heidi Klum”.

Si tratta di una limited edition dedicata al jeans, a un prezzo in linea con tutta l’offerta Lidl. La camicia in jeans costa 11,99 euro, i jeans skinny 12,99 euro, le sneakers alte 16,99 euro, tanto per fare qualche esempio.

Circa 40 i capi della capsule. Si tratta di una collezione versatile, che per la prima volta comprenderà anche una linea 6-14 anni.

Fonte di ispirazione di questa edizione limitata è Los Angeles, città d’adozione di Heidi Klum. I capi saranno in vendita a partire da giovedì 8 marzo, fino a esaurimento, in tutti i 600 punti vendita Lidl Italia.

“Sono da sempre una grande fan del denim. Si può abbinare in mille modi diversi: dal casual allo chic", ha sottolineato Heidi Klum.

Lidl, azienda multinazionale operante nel settore della grande distribuzione, fa parte del gruppo Lidl & Schwarz, fondato nel 1973. A partire dai primi anni ‘90 l'azienda ha iniziato la sua espansione in quasi tutta Europa. Lidl Italia srl, fondata nel 1992, ha sede direttiva ad Arcole (Verona).

Foto: Esmara by Heidi Klum , da Lidl press office